Mondiali a tinte azzurre. Fontana subito protagonista

In Olanda pur da ’’separata in casa’’ vola nelle qualifcazioni su 500, 1.000 e 1.500. Bene anche Confortola, Arianna e Pietro Sieghel, e il bormino Spechenhauser.

Mondiali a tinte azzurre. Fontana subito protagonista

Mondiali a tinte azzurre. Fontana subito protagonista

Arianna Fontana centra la qualificazione nei 500, nei 1000 e nei 1500 metri dimostrando di essersi presentata al via dei mondiali di Rotterdam in splendida forma. La regina dello short track italiano e mondiale, al rientro alle competizioni dopo due anni e cioè dopo essere entrata nella storia alle Olimpiadi di Pechino diventando l’atleta azzurra più medagliata di sempre ai Giochi, si è lasciata evidentemente alle spalle tutte le polemiche dei mesi e dei giorni scorsi e, ancora una volta, ha sprigionato sul ghiaccio olandese tutta la sua potenza e messo in mostra una classe cristallina senza età. A 33 anni, Arianna è ancora fortissima. E oggi la Fontana dovrà dare il meglio di sé per approdare, innanzitutto, alle finali, sia nei 500 sia nei 1500, e cercare di piazzare poi la zampata vincente o una zampata da… medaglia! Bene anche il resto della truppa italiana, con la valtellinese Elisa Confortola, ottima seconda nella sua batteria dei 1000, che avanza ai quarti così come hanno passato il turno Arianna Sieghel, nei 1500, Chiara Betti, nei 500, In campo maschile la stella italiana è Pietro Sieghel che, in Olanda, cerca successi e piazzamenti sul podio. Per lui qualificazione nei 500 metri, dove ha vinto la batteria, nei 1500, dove è arrivato secondo, e nei 1000 dove è approdato ai quarti. Benissimo anche il forte bormino Luca Spechenhauser che ha vinto con autorità la batteria dei 1500 metri e poi è riuscito a strappare la qualificazione diretta ai quarti anche sui 1000.

Qualificate alle semifinali anche la staffetta mista, prima in batteria davanti alla Korea, la staffetta femminile (senza la Fontana), seconda in batteria dietro all’Olanda. Out invece quella maschile, quarta e ultima nella sua batteria. Ricco il programma odierno che incomincerà alle alle 8.45 e terminerà intorno alle 17 con la disputa delle due semifinali delle staffette. Nel mezzo anche le finali dei 500 e dei 1500 metri, con le azzurre e gli azzurri che potrebbero essere grandissimi protagonisti e portare a casa le prime medaglie pesanti. Domani giornata conclusiva con le finali dei 1000 e le finali delle tre staffette, la mista, la femminile e la maschile a chiudere l’evento iridato olandese.