Kiran Maccali, ex concorrente del Grande Fratello 2011
Kiran Maccali, ex concorrente del Grande Fratello 2011

Bergamo, 1 luglio 2017 - Nel 2011 aveva partecipato per un mese al Grande Fratello, poi era stato espulso dalla casa per una bestemmia. Venerdì pomeriggio, invece, Kiran Maccalli, 31 anni, operaio di Romano di Lombardia, dove vive con la famiglia adottiva da quando aveva 3 anni, è stato arrestato dai carabinieri della locale stazione per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

A chiamare i militari è stata la madre del 31enne, che poco prima aveva rimproverato il ragazzo per aver chiesto, per l'ennesima volta, 50 euro al padre. Kiran Maccalli se l'è presa con la donna, che è stata spintonata. L'ex concorrente del Grande Fratello non si è però calmato neppure davanti alle divise degli investigatori dell'Arma. Li ha colpiti (un carabiniere ha riportato una prognosi di 5 giorni), insultati e minacciati. Stamattina il 31enne è stato processato per direttissima per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale (per i maltrattamenti nei confronti della madre è stato denunciato a piede libero e si procede a parte). "E' vero - ha ammesso in aula - ho colpito e insultato i carabinieri. In mattinata avevo litigato con la mia compagna, poi avevo bevuto e avevo discusso con mia madre, che però non ho colpito e maltrattato". Il giudice Alessandra Chiavegatti ha convalidato l'arresto dell'uomo e ha disposto nei suoi confronti la misura della custodia cautelare in carcere, anche perchè i genitori hanno fatto sapere di non essere disposti a tenerlo incasa agli arresti domiciliari. Il processo è stato rinviato al 25 luglio per la sentenza.