Lodi, la piccola tapira nata al Parco le Cornelle
Lodi, la piccola tapira nata al Parco le Cornelle

Bergamo, 11 giungo 2019 - Sei chili di infinita dolcezza e una storia unica da raccontare. Al Parco Faunistico Le Cornelle di Bergamo è arrivata Lodi, una piccola tapira la cui nascita è salutata come un vero e proprio “dono” dai veterinari e dagli esperti del parco. Non solo perché il cucciolo è arrivato “a sorpresa” in quanto non è possibile stabilire con esattezza la data del parto per questa specie, ma anche perché sua mamma ha alle spalle un passato particolarmente insidioso.

Isara è la mamma di Lodi e lo scorso luglio ha avuto seri problemi di salute. Sottoposta a una serie di accertamenti, è stata scoperta una grave ostruzione gastrica che ha rischiesto un’operazione chirurgica d’urgenza.  L’operazione si è risolta con successo e inoltre, proprio a seguito dei controlli a cui Isara è stata sottoposta, si è scoperto che era in dolce attesa. La gestazione era circa al secondo mese e viste le condizioni di salute non si era certi che sarebbe arrivata al termine. Subito dopo l’intervento, Isara è stata riportata al Parco dove con le amorevoli cure degli esperti si è potuta riprendere al meglio. La tapira ha dimostrato tutta la forza di una mamma: ha fatto terapia intensiva e fisioterapia mirata al ripristino delle funzioni digestive e intestinali e ha recuperato. E'  tornata dunque a speranza che anche la gravidanza potesse andare a buon fine e così è stato. Una storia a lieto fine, quindi.

Come tutti i tapiri neonati, Lodi presenta una tipica livrea marrone macchiata-striata di chiaro. Una colorazione mimetica che in natura protegge i piccoli dalla vista dei predatori e che rimarrà tale fino al quarto mese di vita in coincidenza con lo svezzamento della piccola. Poi la colorazione si sbiadirà progressivamente per sparire completamente o quasi attorno al settimo-ottavo mese di vita, diventando marrone come quella degli adulti.