Brescia-Como, aria di derby. Maran: "Sfida da grandi"

Il tecnico delle rondinelle: "L’avversario è forte ma per noi cambia poco". La squadra di Fabregas, imbattuta da sette partite, è terza e punta alla Serie A.

Brescia-Como, aria di derby. Maran: "Sfida da grandi"

Brescia-Como, aria di derby. Maran: "Sfida da grandi"

Derby lombardo tutto da seguire oggi (si parte alle 14) al Rigamonti tra Brescia e Como. Due squadre che si apprestano a scendere in campo con il fermo proposito di conquistare punti preziosi per i rispettivi obiettivi. Le Rondinelle, che in questo momento hanno tre lunghezze di vantaggio sulla zona play out, sono decise a proseguire la serie positiva intrapresa con l’arrivo in panchina dell’ancora imbattuto Rolando Maran (per lui, finora, una vittoria e tre pareggi). La squadra biancazzurra, che deve rinunciare solo agli infortunati Ndoj e Fares, contro un avversario quotato come i lariani. La partita odierna è particolarmente importante anche per la formazione affidata a Cesc Fabregas. In effetti gli ospiti sono risaliti a stretto contatto con Parma e Venezia (sono solo due i punti di ritardo dai lagunari) e si sono "iscritti ufficialmente" alla corsa per la promozione diretta. Un obiettivo molto ambizioso nel quale sulle sponde del Lario si comincia a credere in modo significativo. Fabregas ha raccolto punti importanti ed ha fatto proseguire al meglio il cammino del Como, ma anche con lui in panchina la compagine lariana, che al Rigamonti dovrà fare a meno degli squalificati Iovine e Ioannou e dell’infortunato Barba, mentre torneranno a disposizione Kone e Baselli, non è ancora riuscita a mettere in mostra il gioco brillante desiderato dai vertici societari.

"Siamo contenti della media punti, ma ragioniamo partita per partita. La squadra finora ha fatto molto bene e dobbiamo continuare così" ha detto Fabregas.

Maran a sua volta vuole giocarsi le sue carte contro un’aspirante grande del torneo cadetto: "Affrontare squadre che hanno il doppio dei nostri punti non deve cambiare nulla per noi. Si tratta anzi di un’opportunità di crescita che vogliamo sfruttare. Vogliamo rivivere le emozioni assaporate con la Sampdoria".

(3-4-2-1): Lezzerini; Adorni (Papetti), Cistana, Mangraviti; Dickmann, Van De Looi, Bisoli, Jallow (Huard); Bjarnason (Olzer), Galazzi (Bianchi)); Borrelli (Moncini). All: Maran.

COMO (4-2-3-1): Semper; Vignali, Curto, Odenthal, Sala (Scaglia); Bellemo, Baselli; Verdi, Da Cunha, Chajia (Kone); Cutrone (Cerri). All: Fabregas.