Boscacci: "Io e Alba?. Insieme vinciamo di più"

La coppia valtellinese sta disputando una grande Coppa del Mondo: "A Milano-Cortina ci sarà la prova mista. Ora è presto per parlarne, però..." .

Boscacci: "Io e Alba?. Insieme vinciamo di più"

Boscacci: "Io e Alba?. Insieme vinciamo di più"

Il ’’Bosca’’ è tornato a ruggire… grazie anche alla moglie! Il fuoriclasse valtellinese dello sci alpinismo capace in carriera di vincere 3 Coppa del Mondo generali, dopo aver patito per tutta la scorsa stagione anche a causa di alcuni problemi di salute e le conseguenti difficoltà a recuperare la forma migliore, è ritornato prepotentemente alla ribalta centrando in Val Martello la seconda vittoria stagionale nella specialità olimpica della staffetta mista… insieme ’’alla sua metà’’, la campionessa Alba De Silvestro, leader quest’anno della squadra femminile azzurra di skialp.

Dopo il successo a Boi Taull, a fine gennaio, la coppia d’assi italiana, in gara come nella vita, si è aggiudicata il successo in Val Martello chiudendo con il tempo di 38’17’’46 e rifilando 22 secondi agli austriaci Johanna Hiemer e Paul Verbnjak e un distacco ancora maggiore ai favoriti francesi Axelle Gachet Mollaret e Xavier Gachet.

"La staffetta mista è una gara nervosa, adatta alle mie caratteristiche, nella quale mi trovo molto bene - spiega Michele Boscacci -. Rispetto alla sprint individuale, nella quale non sono più competitivo a causa dell’età che avanza…, è tutta un’altra gara. Le due vittorie? Beh, vincere non è mai facile, ci sono tanti atleti competitivi e devi fare tutto al meglio, e salire sul gradino più alto del podio dà sempre grandi sensazioni positive".

Vincere con la moglie…

"E’ speciale, lo ammetto… Già gareggiare insieme alla propria consorte è una cosa per certi versi strana o inusuale che dir si voglia, vincere è ancora più bello. Io e Alba ci siamo trovati con una buona gamba, in buonissime condizioni, sia qui che a Boi Taull e abbiamo vinto la prova. Ci siamo divertiti… in questa che è una specialità olimpica". La gara che assegnerà le medaglie alle Olimpiadi di Milano Cortina si disputerà a Bormio…

"Si, sarà una delle gare olimpiche ma non ci penso affatto perché visto il contingente esiguo che porterà ogni nazionale (probabilmente un solo uomo e una sola donna per nazione che correranno quindi sprint e staffetta mista ndr) penso di avere poche chance di poterci essere".

Quest’anno lei è tornato ad andare forte anche nelle gare individuali.

"Si, l’anno scorso ho avuto dei problemi di salute (il Covid ndr) e poi ho impiegato tanto tempo per ritornare ad avere una buona condizione. Quest’anno tutto sta andando per il verso giusto e i risultati si vedono".

Il finale di stagione potrebbe regalare nuove soddisfazioni. Non è vero?

Sì. Voglio far bene al Pierra Menta e al Sellaronda (dopo aver vinto con Eydallin la TRanscavallo ndr) e poi di finire in bellezza nelle finali di Coppa del Mondo di Cortina".