Bimbi ustionati. Anche il prete resta indagato

Niente archiviazione per don Luca Guerinoni, legale rappresentante dell’asilo San Zeno di Osio Sopra, dove il 30 maggio 2022 rimasero...

Bimbi ustionati. Anche il prete resta indagato
Bimbi ustionati. Anche il prete resta indagato

Niente archiviazione per don Luca Guerinoni, legale rappresentante dell’asilo San Zeno di Osio Sopra, dove il 30 maggio 2022 rimasero gravemente ustionati 2 bimbi durante un’attività. Il gip ha accolto la richiesta di opposizione all’archiviazione avanzata dalle famiglie dei due bambini rimasti gravemente ustionati, Elisa Prandi e Alessandro Bonansinga, e quella di una terza bambina, che riportò lesioni minori. Ora gli indagati salgono a 5. Perché il gip Moreschi ha disposto, sempre su richiesta delle famiglie, che venga iscritta nel registro degli indagati anche una quinta persona. Ricapitolando, gli indagati sono Roberto Tornicelli, il papà che spruzzò il bioetanolo sul braciere provocando il ritorno di fiamma che investì i piccoli.

Ci sono poi la coordinatrice della scuola, Simonetta Nava, e la maestra Monica Valsecchi che hanno sempre dichiarato di non sapere che il papà aveva portato il braciere nella scuola e che aveva intenzione di accendere un fuoco per arrostire i marshmellow. Per don Guerinoni il gip ha disposto un’integrazione probatoria, chiedendo al pm di effettuare ulteriori indagini per sapere se, prima di quel tragico giorno, all’asilo fossero stati accesi altri fuochi. Mentre per la quinta posizione verrà aperto un nuovo fascicolo ma il reato rimarrà il medesimo per tutti: lesioni colpose gravi e gravissime aggravate dal fatto di averle cagionate a più persone e perché commesse in violazione delle norme sulla prevenzione degli infortuni sul lavoro e accensioni ed esplosioni pericolose. "La decisione del gip per noi è motivo di grande soddisfazione", ha dichiarato l’avvocato. I due bambini ora stanno un po’ meglio. Elisa, che ha trascorso 11 mesi in ospedale con ustioni sull’80% del corpo, ha ripreso a frequentare la materna (non la San Zeno), mentre Alessandro frequenta la prima elementare e periodicamente si sottopone a delle cure termali specifiche. F.D.