Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
24 lug 2022
24 lug 2022

Attraversamenti più sicuri Arrivano i semafori intelligenti

24 lug 2022
I nuovi impianti in Porta Nuova
I nuovi impianti in Porta Nuova
I nuovi impianti in Porta Nuova
I nuovi impianti in Porta Nuova
I nuovi impianti in Porta Nuova
I nuovi impianti in Porta Nuova

Garantire una maggiore sicurezza ai cittadini e ammodernare gli strumenti di viabilità a disposizione. È iniziata a Bergamo la posa di 28 semafori intelligenti (quelli dotati di contasecondi) lungo le vie principali della città, da viale Vittorio Emanuele, via Zelasco, via Brigata lupi, via Roma, via Tasca, via Petrarca, piazza Matteotti, largo Porta Nuova, via Bonomelli e Porta Sant’Agostino, in Città Alta.

"Gli interventi proseguiranno per tutta la settimana – spiega Stefano Zenoni, assessore alla Mobilità –. La decisione di installare semafori con i contasecondi è stata presa all’indomani della sperimentazione effettuata con successo sul Sentierone: un impianto simile garantisce una maggiore sicurezza in termini di attraversamento pedonale, proprio per la presenza del conteggio dei secondi. In sostanza, ad ogni struttura, viene aggiunta una lampada che tiene appunto il conto. Credo sia un intervento importante per i cittadini, oltre che in vista di Bergamo e Brescia Capitale della Cultura, utile quindi ai turisti".

L’intervento, costato circa 50mila euro, attinti da un fondo ministeriale, va nella direzione di rendere Bergamo una smart city, con una mobilità futuristica e innovativa.

Le città intelligenti, come per definizione, propongono tecnologie moderne, intelligenza artificiale e sensori per raccogliere ed elaborare poi i dati. Tra queste tecnologie, ci sono appunto i semafori intelligenti, utilizzati non solo per regolare il traffico, ma anche per raccogliere informazioni. Si tratta di dispositivi gestiti dai timer, settati in modo tale che le luci (verde, giallo o rosso) restino accese per un determinato tempo, in modo da cercare di evitare incidenti agli incroci.

Michele Andreucci

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?