Sondrio, 18 aprile 2017 - Sono passati tre anni da quella notte infernale del 18 aprile 2014 quando Vittoria Cola, 19 anni appena, morì in un incidente. Uno scontro frontale a Mantello, avvenuto poco prima di mezzanotte, e i sogni della giovane di Dubino si sono infranti per sempre. Un sorriso contagioso il suo e un carattere affabile. Credeva nei grandi ideali Vittoria e per lei la politica rappresentava qualcosa di concreto tanto che faceva parte del movimento dei "Giovani Padani" della Bassa Valle.

Un vuoto incolmabile quello lasciato da Vittoria nel cuore di amici e parenti così come in quello di diversi esponenti del Carroccio. Proprio oggi, 18 aprile, il segretario della Lega Nord Matteo Salvini la ricorda con un accorato post su Facebook: "Tre anni senza il tuo sorriso, ma la battaglia continua anche per te. Voglio però ricordarti com'eri, pensare che ancora vivi... Ciao Vittoria, piccolo angelo, sempre con noi”.

Ma anche la Valtellina piange Vittoria e Maurizio Piasini, esponente locale della Lega, affida ai social il suo ricordo: “Ci sono telefonate che non dovresti mai ricevere, ci sono telefonate che ti rimarranno sempre nelle orecchie, nel cervello.... ti aspettavo al gazebo ma a quel gazebo non sei più potuta venire anche se oggi sei in tutti i gazebo e sei sempre nel nostro cuore..... ciao nipotina”.