Milano, 7 luglio 2017 - Paolo Cognetti, ha vinto la 71esima  edizione del Premio Strega con il romanzo "Le otto montagne" (Einaudi). Lo scrittore milanese, 39 anni, è anche in cima alla classifica dello StregaOFF, il premio aperto al pubblico al giardino del Monk di Roma, che si è svolto in concomitanza con lo spoglio del più prestigioso riconoscimento letterario italiano.

Cognetti ha raccolto il 57% dei voti di riviste, blog letterari e pubblico presente al circolo romano. Al secondo posto Matteo Nucci con il 15% dei voti. Seguono Marasco (13%), Ciabatti (10%) e Rollo (5%). Milanese di nascita e valdostano d'adozione, Cognetti ha voluto "salutare i miei amici della montagna. Viva la Montagna!" ha detto tenendo in mano la grande bottiglia del liquore Strega che ogni anno viene data al vincitore.

"Sono arrivato fin qui ma so da dove arrivo - ha detto - dalla mia prima casa editrice minimum fax e ora alla splendida Giulio Einaudi Editore che mi ha portato fin qui. E voglio salutare e ringraziare i miei amici montanari. Questa vittoria la dedico proprio alla montagna che è un mondo abbandonato, dimenticato e distrutto. Io mi sono votato a raccontarla, a fare il portavoce".