Milano, 18 ottobre 2017 - Torna Bookcity. Dal 16 al 19 novembre Milano ospita la manifestazione dedicata al libro e alla lettura in più di 200 spazi della città metropolitana. Si articolerà in quattro giornate, la prima è dedicata alle scuole e alle università. Quest'anno Bookcity parte dalle librerie: il 16 novembre si svolgerà una festa diffusa in decine di librerie che offriranno alla città il programma della manifestazione. "Abbiamo voluto dare il segno dell'importanza di questi presidi", ha spiegato l'assessore alla Cultura Filippo Del Corno. 

L'inaugurazione ufficiale, il 17 novembre al teatro Dal Verme, con lo scrittore Marc Augè che riceverà il sigillo della città dal sindaco Giuseppe Sala e sarà intervistato da Daria Bignardi. La serata conclusiva si svolgerà invece al teatro Franco Parenti con un omaggio a Umberto Eco, che nel 2012 aveva inaugurato la prima edizione. Centro nevralgico della manifestazione sarà sempre il Castello Sforzesco al quale si affiancheranno decine di poli tematici nei quali il lettore potrà ritrovare le sue passioni o scoprirne di nuove. I partecipanti potranno scegliere anche diversi percorsi creativi identificati con degli hashtag, per esempio #pariopportunità, #rosa o #migranti.

Bookcity si arricchisce anche di tre nuovi progetti: Con "Milano Exp" alcuni autori condivideranno un'esperienza con i loro lettori andando alla scoperta di un luogo della città insieme a un gruppo ristretto di curiosi e appassionati (prenotazione sul sito obbligatoria). C'è chi, poi, ha messo a disposizione la sua casa per trasformarla in una sede di Bookcity e ospitare delle letture. Infine, si svolgerà anche il primo Festival delle Metropoli, quattro giorni di narrazione urbana itinerante attorno ai quartieri che cingono il centro cittadino. Tra i grandi nomi presenti in questa edizione c'è Daniel Pennac  che prenderà parte al reading teatrale de "Il caso Malaussène - Mi hanno mentito" organizzato da Banca Intesa Sanpaolo.  Per il sindaco Giuseppe Sala "Bookcity è anche la felice ostinazione che Milano ha nel fare le cose per bene. Bookcity è cresciuta moltissimo: in 5 anni ha raddoppiato il numero dei partecipanti da 80mila a 160mila l'anno scorso, e ha quasi triplicato il numero degli editori".

Bookcity conferma anche i quattro eventi speciali presenti nelle passate edizioni: il programma dedicato alle biblioteche e agli under 18 con laboratori di scrittura, disegno e illustrazione, letture in inglese, spagnolo e arabo con Mamma Lingua. A questo si aggiunge Bookcity nelle università, per le scuole e per il sociale con eventi negli ospedali milanesi e nelle carceri. "Il costo medio di ciascuno dei nostri eventi - ha spiegato il presidente di Bookcity Piergaetano Marchetti - si aggira intorno ai 250 euro perché ci sono i contributi di chi ospita gli eventi gratuitamente".