Lodi, 11 novembre 2017 - Solo due Daspo urbani in tre mesi. Per il momento non sembra aver portato i risultati sperati l’ordinanza firmata a metà agosto dal sindaco leghista Sara Casanova, che della “tolleranza zero contro chi contribuisce con i propri comportamenti al degrado urbano” aveva fatto il suo cavallo di battaglia in campagna elettorale. In città, infatti, è vietato chiedere l’elemosina, bivaccare nei giardini e nelle strade, consumare alcol all’aperto, fare commercio abusivo per strada, espletare i propri bisogni fisiologici a cielo aperto. Per ora sono stati 18 i verbali della Polizia locale, con multe da 50 a 300 euro, nel periodo tra metà agosto e fine ottobre.

Nove i venditori abusivi multati del capoluogo che hanno subito sanzioni e il sequestro della merce. «I numeri sono un po’ bassi, bisogna fare di più», ha commentato Casanova ieri in visita al comando in via Cadamosto. Il vero giro di vite sulla sicurezza potrebbe arrivare con l’insediamento del nuovo comandante Fabio Germanà Ballarino, 52 anni, che dal 16 novembre ricoprirà l’incarico dirigenziale rimasto vacante dopo le dimissioni di Angelo Di Legge. Tra le priorità c’è quella legata al personale. Gli agenti di Polizia locale al momento in servizio nel comando di Lodi sono 28 (altri due dovrebbero arrivare nelle prossime settimane). All’appello mancherebbero almeno una ventina di vigili per completare l’organico (un agente ogni mille abitanti).

«C'è ancora molto da fare - dice il sindaco -. Sono sicura che ci sarà un incremento del servizio col nuovo comandante e i due innesti. La Polizia locale di Lodi è sotto organico da troppo tempo. Ringrazio tutti i vigili per il lavoro che svolgono . La sicurezza è una priorità per l’ amministrazione comunale». Tra le attività accertate negli ultimi tre mesi dalla Polizia ci sono anche 473 residenze accertate, 687 violazioni di sosta e 8 patenti ritirate per guida in stato d’ebbrezza. Intanto, ieri, alla presenza del vice comandante, Elena De Stefani, e del vice commissario Alberto Pavesi, sono state presentate tre nuove auto che completeranno il parco mezzi dei vigili composto da 12 auto e due moto. I nuovi acquisti, un’auto ibrida (con motore elettrico) e due con telecamere a bordo pagati circa 80mila euro, sono state acquistati con un contributo regionale di 30mila euro e uno comunale di 50mila. «È il primo di una serie di interventi che faremo per dotare la Polizia locale di nuovi e utili strumenti - spiega il sindaco di Lodi -. Tra questi lo spray al peperoncino, che verrà fornito ai vigili nei prossimi mesi».