Legnano (MIlano), 26 giugno 2017 - Ci si attendeva una rimonta al ballottaggio da parte del sindaco uscente, Alberto Centinaio: invece a conti fatti Gianbattista Fratus al secondo turno ha aumentato il divario tra lui e il contendente alla poltrona di primo cittadino, riportando così il centrodestra al governo della città del Carroccio. Anche a Legnano, dunque, è stata confermata la tendenza rilevata in gran parte delle città al voto che hanno raccontato di una prevalenza delle coalizioni di centrodestra. Allo stesso tempo prosegue anche la fuga dalle urne degli elettori: il 48% del primo turno e diventato un misero 42% al ballottaggio. I sostenitori di Fratus, quando ormai il dato era diventato incontrovertibile, si sono trovati in piazza san Magno per un improvvisato festeggiamento con una "coda" anche nel cortile di palazzo Malinverni.

Dopo l’evidenza del risultato, la soddisfazione da parte del candidato - espresso dalla Lega nord e poi sostenuto da Forza Italia, Fratelli d’Italia e dalle due liste civiche Fare Futuro e Proteggiamo Legnano – è piuttosto evidente: “Questa è una grande soddisfazione, e io posso assicurare che affronteremo questo impegno con serietà e professionalità, puntando a uno sviluppo reale della città -ha detto Fratus-: questo è stato un successo della mia coalizione che, in tutte le sue parti, non smetterò di ringraziare per la compattezza raggiunta settimana dopo settimana. Abbiamo condotto la nostra campagna elettorale puntando sulle nostre idee, sul nostro progetto di città senza disperdere energie in inutili diatribe con l’altra parte. Anche questo ci ha premiati”. Va ricordato che al primo turno, Fratus aveva ottenuto il 38,78%, mentre Centinaio il 32,55% delle preferenze: all’apertura delle urne domenica notte Fratus ha vinto con il 55,84% dei voti. Fratus ha raccolto 10.865 voti, contro gli 8.591 per Centinaio.