Mandello (Lecco), 12 gennaio 2018 -  Individuato il pirata della strada che a Mandello ha investito una 60enne in via Parodi in 9 gennaio. Il pirata è una donna di Oggiono, classe 1965, che è stata individuata grazie allo straordinario lavoro della Polizia locale che ha controllato le immagini di decine di telecamere. “Abbiamo effettuato moltissime verifiche – spiega il comandante Mario Modica – restringendo sempre più la fascia oraria, anche alcune telecamere di privati che offrono visuali di piccoli spezzoni di strada sono stati importanti per l’indagine. Gli agenti hanno operato in modo esemplare”. Le ricerche, effettuate dall’assistente di polizia Luca Boscolo e dagli agenti scelti Linda Cassinelli e Nicola Airò, hanno permesso di restringere il campo dell’indagine a tre veicoli. “In base alle informazioni raccolte – spiega Modica – sono state effettuate delle verifiche sui veicoli fino a individuare quello responsabile su cui c’era una grande ammaccatura sul cofano lato anteriore destro”. La proprietaria del veicolo è stata interrogata e ha ammesso le sue responsabilità, la donna ha detto di aver sentito un urto ma di non essersi resa conto di aver colpito una persona. Ha anche detto di aver pensato di andare dai carabinieri dopo aver letto la notizia ma alla fine non si è mai presentata alla caserma e questo aggrava la sua posizione. È stata denunciata a piede libero e rischia una condanna pesante per le lesioni alla 60enne che ha avuto una prognosi di 60 giorni per la frattura del bacino oltre che altre ferite. La pirata in base agli articoli 189 del codice della strada e all’articolo 590 del codice penale rischia una condanna fino a tre anni.