pavia, 12 gennaio 2018 - Una dozzina di anni fa era stata ribattezzata “città del libro” ma ora l’area Pip (piano insediamenti produttivi) di Stradella, in provincia di Pavia, si avvia a diventare soprattutto la “città della moda”. Tutto in ottica logistica, ovvero magazzino e spedizioni, anche se qualcuno sussurra che, presto, potrebbe anche insediarsi un outlet. Intanto è ufficiale che il polo Zalando, il colosso delle vendite on line nel settore abbigliamento e accessori, operativo a Stradella dall’inizio 2016, raddoppierà. La struttura passerà da 20mila a 40mila metri quadrati; il numero degli addetti raggiungerà e forse supererà quota 550.

«Non solo aumento del servizio offerto alla clientela italiana, ma velocizzazione delle spedizioni per tutto il sud Europa», evidenzia una nota diramata da Zalando con il partner Fiege, che si occupa appunto della logistica. Dunque un ruolo strategico per il sito di Stradella, anche se la big company tedesca, che nel 2016 aveva fatturato 3,693 miliardi di euro, ha annunciato un altro maxi progetto per un nuovo polo logistico anche a Nogarole Rocca (Verona). Il raddoppio del polo di Stradella era stato preannunciato, già all’atto della prima inaugurazione: «Se le cose andranno bene, siamo pronti al grande passo», venne sottolineato. Evidentemente il pronostico è stato rispettato. «L’investimento di Stradella – dichiara Jan Bartels, responsabile dei settori clientela e logistica di Zalando – ci permette di rispondere ad una domanda di crescita».

Non meno positivo il commento di Alberto Birolini, di Fiege: «È un efficace esempio della nostra ambizione a fornire soluzioni altamente specializzate e personalizzate per l’e-commerce dei nostri partner». Una formula che veleggia a percentuali di crescita a doppia cifra e che ha trovato a sud del Po il suo habitat naturale, malgrado un vecchio ponte malandato sulla strada per Pavia ma con la strategica vicinanza al casello della Torino-Piacenza. Non a caso, mentre l’area di Stradella si sta saturando come spazi a disposizione, nel vicino comune di Broni si lavora a ritmo serrato per completare un altro polo logistico da 30mila metri quadrati in cui dovrebbe insediarsi un altro noto marchio del settore abbigliamento.