Como, 25 giugno 2017 - Dopo il primo turno delle elezioni comunali (TUTTI I RISULTATI: ECCO I SINDACI ELETTI AL PRIMO TURNO) domenica 25 giugno è il giorno del ballottaggio. Per 27 città lombarde il nome del nuovo sindaco si deciderà infatti con il secondo turno di consultazioni. La sfida in provincia di Como è particolarmente interessante: cittadini chiamati a decidere il nuovo primo cittadino del capoluogo, di Cantù ed Erba. Alle 23, l'affluenza in provincia di Como è stata del 38,99%, alle 19 del 27,57% (alle 12 è stata 12,6%)

Ecco i candidati al ballottaggio

COMO - Como è l'unico capoluogo di provincia in cui il centrodestra è diviso, con Lombardia popolare che ha espresso la sua preferenza per il candidato 'civico' risultato vincitore delle primarie del Pd, ovvero Maurizio Traglio, 61 anni, imprenditore di area cattolica (26,88%, al primo turno). Nel capoluogo lariano, però, è in vantaggio il candidato di Lega-FI-FdI, il medico e 'padre' del 118 localeo, Mario Landriscina (34,73%). Mentre sarà interessante capire dove confluirà il consenso ottenuto dall'outsider Alessandro Rapinese (22,60%), che non ha dato indicazioni di voto e precisato che probabilmente il 25 andra' "al mare", sarebbe naufragato il tentativo di un'intesa tra Traglio e il civico Bruno Magatti (6,10%). Fermo, infine, al 5,40% il 5 stelle Fabio Aleotti. 

CANTU' -  A Cantù ballottaggio tra il candidato del Centrodestra, Edgardo Arosio (49,28%) e il vicesindaco Francesco Pavesi con «Lavori in corso», fermo al 27,8%.

ERBA - A Erba un ballottaggio tutto interno al Centrodestra tra Veronica Airoldi (37,64%), candidata di Forza Italia, Lega Nord e due liste civiche e il vicesindaco uscente e Claudio Ghislanzoni (31,3%), sostenuto da quattro liste civiche.