Mozzate, 15 luglio 2017 – Dopo l’arresto avvenuto immediatamente dopo la cessione di droga a un giovane che era stato male, ora è arrivata l’ordinanza di custodia cautelare. I carabinieri di Mozzate, l’hanno notificata in carcere a un uomo di 44 anni di Calvignasco, nel Milanese, che già lo scorso gennaio era stato accusato di aver venduto al giovane mefredone, una droga sintetica con effetti eccitanti e psicotropi.

Tuttavia per lui ora le accuse si sono aggravate. I militari hanno infatti documentato, a partire dal 2013, soprattutto in provincia di Como, numerose cessioni di cocaina e, soprattutto, droghe sintetiche di vario genere: Mdma, Mdpv, Fefè, Chetamina, Ghb. Sostanze che Marchese miscelava in occasione di festini organizzati per incontri di natura sessuale. Per questo motivo il gip gli ha contestato anche l’aggravante relativa alla cessione di stupefacente finalizzata a ottenere prestazioni sessuali da soggetto tossicodipendente.