La sfida dell’ospedale unico di Busto Arsizio e Gallarate, l’assessore Bertolaso: " Funzionerà già nel 2029"

Ma il Comitato per il diritto alla salute sostiene che il restyling ha un costo minore per le casse pubbliche minore: 284 milioni rispetto ai 440

L’ospedale di Gallarate: dovrebbe diventare un polo sanitario unico insieme con quello di Busto Arsizio

L’ospedale di Gallarate: dovrebbe diventare un polo sanitario unico insieme con quello di Busto Arsizio

Busto Arsizio (Varese) – L’ospedale unico di Busto Arsizio – Gallarate "sarà aperto e funzionante nel 2029", lo ha detto l’assessore regionale al Welfare Guido Bertolaso una settimana fa a Varese, partecipando ad un incontro organizzato a Ville Ponti da ATS Insubria. Dunque un anno prima rispetto al cronoprogramma indicato al momento della firma dell’accordo di programma. "E’ una delle grandi sfide che non intendiamo perdere" ha sottolineato Bertolaso. Il nuovo polo sanitario sarà realizzato nel rione di Beata Giuliana a Busto Arsizio, ma il progetto è contestato dal Comitato per il diritto alla salute del Varesotto che dal 2017 si è mobilitato con iniziative, presidi, petizioni e incontri per informare i cittadini.

Mobilitazione che continua, l’azione recente è il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica contro il nuovo ospedale. Scrivono in un comunicato gli esponenti del Comitato "Nello studio di fattibilità si dimostra che l’ammodernamento dei due presidi, di Busto e di Gallarate, rispetto al loro abbandono e dismissione in favore dell’ospedale unico a Beata Giuliana, è possibile. Non solo, ha un costo per le casse pubbliche minore: circa 284 milioni per la ristrutturazione dei due ospedali, rispetto ai 440 milioni per l’ospedale unico, e lascerebbe intatto il bosco che con l’Ospedale unico sarebbe completamente distrutto. La firma dell’accordo di programma ha buttato nel cestino questa concreta alternativa".

E spiegano " Per questo il 24 febbraio 2024 abbiamo depositato un Ricorso Straordinario al Presidente della Repubblica sottoscritto da Medicina Democratica, Centro per la Salute Giulio Maccacaro e sostenuto dal Comitato per il Diritto alla Salute del Varesotto, quale ultima possibilità per opporci allo spreco di denaro pubblico e al danno ambientale che l’Ospedale Unico comporterebbe". Il comitato ha lanciato un crowdfunding per sostenere le spese legali del ricorso. Questa sera a Villa Gonzaga a Olgiate Olona alle 21 l’incontro pubblico nel quale illustrerà le ragioni del ricorso.