Sul fondo. Il Lecco crolla pure a Bari. Crisi e silenzio stampa. Bonazzoli rischia grosso

Il Bari vince 3-1 contro il Lecco, che subisce il quinto ko consecutivo. Il gol di Benali apre le danze, seguito da Puscas e Sibilli. Il Lecco segna un gol inutile con Novakovic. La panchina di Bonazzoli è in bilico.

Il Lecco crolla pure a Bari. Crisi e silenzio stampa. Bonazzoli rischia grosso
Il Lecco crolla pure a Bari. Crisi e silenzio stampa. Bonazzoli rischia grosso

Il Bari vince e dà un mezzo calcio alla crisi, il Lecco invece subisce il 5° ko di fila e rimane inchiodato all’ultimo posto (e si chiude nel silenzio stampa). La cura Iachini ha fatto subito effetto, mentre la panchina di Bonazzoli (foto) è sempre più in bilico dopo il 3-1 subito ieri. Lecco senza timori nei primi 20’, ma a passare in vantaggio è il Bari con una perla di Benali che, al 26’, segna il suo primo gol coi galletti con un gran tiro da limite dell’area, dopo una corta respinta della difesa del Lecco. Ad inizio ripresa il Bari spinge sull’acceleratore e raddoppia.

Corner battuto basso da Sibilli, velo di Maita e stoccata vincente di Puscas, clamorosamente lasciato solo ai margini dell’area piccola. Al 16’ punizione di Lepore, spizzata di Sersanti e palla fuori di un niente e al 20’ ancora punizione a due in area per i lecchesi, regalata dall’arbitro, gran tiro di Lepore e gran parata di Brenno. Ma il Lecco, ultra offensivo dopo l’entrata di Inglese e Salcedo, lascia agli avversari ampie praterie. Al 24’ il Bari la chiude. Dorval va via sulla destra, cross per Sibilli che mette la palla in rete di testa con la complicità di Melgrati. A 10’ dalla fine Novakovic di testa anticipa Brenno e di testa firma l’inutile gol del 3-1.Fulvio D’Eri