Solo il Milan sorride. Leao c’è, Inter con due spine

Pioli riabbraccia il portoghese: esami ok, può essere titolare in Champions. Inzaghi perde Dumfries e De Vrij ma per sabato spera di recuperare Bastoni .

Sospiro di sollievo a Milanello: Rafa Leao, fermato lo scorso 11 novembre da una lesione al bicipite femorale della coscia destra, è ufficialmente guarito, come preannunciato dallo stesso giocatore. Gli esami strumentali cui si è sottoposto ieri mattina l’attaccante portoghese hanno confermato lo smaltimento del problema fisico, per cui ora il numero 10 rossonero è pronto per il processo di riatletizzazione a cui seguirà il ritorno in gruppo: già ieri pomeriggio ha cominciato una nuova fase di lavoro e già potrebbe essere convocato per la trasferta di Bergamo contro l’Atalanta (l’allenatore lo porterebbe in panchina) mentre è certo il suo ritorno in campo per l’ultima e decisiva sfida della fase a gironi di Champions League a Newcastle, appuntamento da non fallire per tenere viva la speranza di qualificazione agli ottavi. Purtroppo per Pioli anche il rientro di Simon Kjaer per Bergamo non è sicuro: il centrale danese nella giornata di ieri ha iniziato la sua fase di riatletizzazione per cui pure lui nella migliore delle ipotesi potrebbe accomodarsi in panchina sabato pomeriggio. Considerata la coperta molto corta in difesa (Thiaw, Pellegrino, Kalulu e Caldara staranno fuori ancora diverso tempo) potrebbe essere ancora Theo Hernandez a occupare la posizione di centrale accanto a Fikayo Tomori, anche se le opzioni Bartesaghi e Simic restano valide. Per quanto riguarda Noah Okafor, invece, il suo lavoro di recupero sta procedendo bene e l’obiettivo dello staff tecnico è quello di riaverlo a disposizione per la partita contro il Monza, che si giocherà a San Siro il 17 dicembre.

Se il Milan sorride, cattive notizie arrivano dall’infermeria dell’Inter. Il trionfo di Napoli, infatti, è costato due infortuni di carattere muscolare per De Vrij e Dumfries, entrambi fermi per una ventina di giorni. Il primo ha riportato un risentimento agli adduttori, il secondo ai flessori, in entrambi i casi della coscia sinistra. Marko Arnautovic dovrà invece portare una fasciatura per un problema alla mano sinistra rimediato nel finale della sfida, ma sarà comunque a disposizione della squadra. Contro l’Udinese al Meazza, sabato alle 20.45, dovrebbe tornare a disposizione Alessandro Bastoni, reduce da un problema accusato in nazionale. Il giocatore potrebbe lavorare in gruppo già a partire da oggi, se così fosse sarebbe pronto a partire dal 1’ e magari prepararsi per una staffetta con un compagno di squadra, sebbene in difesa (complice l’assenza di Pavard che non tornerà prima di Lazio-Inter del 17 dicembre) le rotazioni siano corte. Da considerare anche che Cuadrado è da poco tornato dopo essere rimasto fuori per diverso tempo per una tendinite, non ha ancora giocato dal 1’ e se non dovesse riuscire a farlo sarebbe quasi obbligatorio lo spostamento da quinto di centrocampo di Darmian, con il conseguente impiego di Bisseck in retroguardia.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su