Olimpia, un lampo nel buio. Si va avanti con Messina

La squadra è in crisi, la società prolunga fino al 2026 il contratto al coach

Olimpia, un lampo nel buio. Si va avanti con Messina

Olimpia, un lampo nel buio. Si va avanti con Messina

di Sandro Pugliese

Il segnale è chiarissimo. Il comandante rimane al comando della barca e dovrà fare di tutto per condurla in porto, nonostante le onde altissime (leggesi numerose sconfitte) che in questo momento sta affrontando. Dopo mille voci che si sono rincorse nella serata di domenica riguardo possibili dimissioni, nella mattinata di ieri è arrivata una semplice quanto chiara dichiarazione del presidente del CDA Olimpia Leo Dell’Orco, braccio destro da anni di Giorgio Armani: "Il contratto del signor Ettore Messina è esteso fino al 30 giugno 2026". Fine del discorso. Anzi, per l’ennesima volta la proprietà dimostra fiducia nell’operato di questi anni dell’allenatore e presidente biancorosso, decide di non cedere alle tentazioni di cambiare e dà un segnale forte su chi farà anche le scelte nel futuro.

Non che si debba per forza creare una dicotomia tra staff tecnico e giocatori in campo, ma ora la palla passa a loro. Se Messina sarà il coach adesso e nel futuro ora, i giocatori sanno ancora di più che il rendimento dovrà cambiare drasticamente perchè la guida tecnica non cambierà. Se il rendimento non migliorerà, per forza di cose, saranno loro a non giocare nel futuro a Milano.

La prima occasione per vedere quanto questo segnale possa funzionare ci sarà già questa sera a Monaco di Baviera dove i biancorossi affronteranno il Bayern. Sfida delicatissima in Eurolega contro una delle formazioni da inseguire per agguantare la zona play-in distante una vittoria.

Sotto canestro Melli&Co. dovranno sfidare Serge Ibaka che, dopo quasi una quindicina di anni in NBA, ora è tornato in Europa. Sta viaggiando a 12.7 punti e 6.6 rimbalzi, ma nell’ultimo turno contro la Virtus Bologna è esploso con una prova da 24 punti e 13 rimbalzi. Alla corte di coach Pablo Laso che ha vinto 3 delle ultime 4 partite (perdendo di 1 punto a Kaunas), tra le novità della competizione, stanno brillando l’argentino Leandro Bolmaro (10.4 punti) e il francese Sylvain Francisco (10.0 in 20’). Milano sarà ancora senza Nikola Mirotic, mentre rispetto a Sassari rientra Kyle Hines.