La Dea ritrova bomber Scamacca a Bergamo: Gasperini: "Avrò un'arma in più"

L'Atalanta vola in Europa: Gianluca Scamacca rientra in gruppo dopo la lesione muscolo-fasciale e si prepara alla trasferta a Lisbona. La Dea blinda la porta con sei 'clean sheet' nelle prime otto giornate.

La Dea ritrova bomber Scamacca. Gasperini: "Avrò un’arma in più"

La Dea ritrova bomber Scamacca. Gasperini: "Avrò un’arma in più"

L’Atalanta che vola, con quattro risultati utili consecutivi, si prepara alla delicata trasferta europea a Lisbona sul campo dello Sporting ritrovando in gruppo anche il bomber Gianluca Scamacca. Che ha smaltito la lesione muscolo-fasciale di primo grado del muscolo semimembranoso della coscia sinistra, subita 16 giorni fa, a Firenze e da ieri è tornato ad allenarsi con i compagni.

Il 24enne centravanti romano è guarito, ma deve ritrovare la migliore condizione fisica, con tempi ovviamente più lunghi trattandosi di un corazziere di 195 centimetri. Il bomber capitolino avrà bisogno di giocare, anche tanto, per rendere al meglio, dopo aver quasi saltato il pre campionato e aver giocato appena 162 minuti nelle prime quattro giornate, lasciando subito una sua impronta offensiva con due gol e una traversa colpita. La sua presenza a Lisbona, anche solo per uno spezzone, potrebbe essere fondamentale per la Dea. Tra oggi e domani lo staff tecnico valuterà i suoi progressi atletici per una possibile convocazione già per la trasferta portoghese, con partenza fissata domani mattina da Bergamo.

Altrimenti l’ex West Ham, acquistato in estate per 28 milioni, resterà a lavorare al centro sportivo di Zingonia con il preparatore atletico per essere pronto domenica all’Olimpico nella delicata sfida contro la Lazio, che chiuderà questo primo ciclo autunnale di sette gare in 22 giorni per la Dea. "Scamacca che si aggrega al gruppo è una buona notizia per noi, perché con il suo rientro avremo un’arma in più potendo giocare palla alta, così avremo maggiori soluzioni. È chiaro che vista la sua fisicità dovrà trovare la giusta condizione: se sta bene e può già giocare lo portiamo a Lisbona, altrimenti sarà per domenica a Roma contro la Lazio", ha spiegato domenica lo stesso Gian Piero Gasperini dopo il pareggio interno per 0-0 contro la Juventus. Atalanta che da quattro gare consecutive mantiene la porta inviolata, con un totale di sei ‘clean sheet’ nelle prime otto giornate, inclusa l’Europa League. Dea che ha blindato l’area, grazie anche alle parate chirurgiche di un ritrovato Juan Musso, e alla compattezza dei quattro difensori che Gasp sta alternando.

Un dato importante anche in vista della delicata partita di giovedì sul campo dello Sporting, una sorta di spareggio anticipiamo per il primo posto nel girone D. "In effetti è così perché con un girone così dove la prima passa e la seconda va a fare lo spareggio con le retrocesse dalla Champions diventa già molto importante questo match, anche se siamo solo alla seconda giornata. Noi stiamo bene fisicamente e siamo in un buon momento e dalla partita contro la Juventus, pur con il rammarico di non averla vinta, siamo usciti bene, con certezze maggiori dopo una bella prestazione contro un avversario forte come la Juventus. Siamo stati solidi, abbiamo creato buone opportunità e abbiamo saputo variare assetto, dimostrando duttilità", ha sottolineato Gasperini.

Fabrizio Carcano

Continua a leggere tutte le notizie di sport su