FULVIO D’ERI
Calcio

Serie A, Milan-Empoli 0-0: rossoneri volenterosi ma imprecisi, il Var annulla il gol

I Diavoli perdono ancora punti in chiave Champions League e non riescono a sfondare contro l’Empoli dei giovani

Milan-Empoli

Milan-Empoli

Un Milan volenteroso ma anche poco preciso e frenetico non va oltre lo 0-0 casalingo contro il generoso Empoli di Paolo Zanetti. E perde punti pesante in chiave Champions. La squadra rossonera ha tenuto in mano le redini del gioco per tutti e 90’ i minuti di gioco, ha concluso (poco) verso la porta avversaria in maniera pericolosa ma alla fine ha colto solo un pari contro l’Empoli dei giovani che ha fatto il suo e dopo aver sbancato San Siro contro l’Inter centra un altro risultato di prestigio.

Reduce dall’impresa del Maradona, con la vittoria per 4-0 nei confronti del Napoli padrone di casa, e a pochi giorni dall’andata dei quarti di finale di Champions League, programmata mercoledì sera a San Siro sempre contro i partenopei, il Milan è sceso in campo ieri sera per affrontare davanti al pubblico amico l’Empoli di Paolo Zanetti, squadra che veleggia in una posizione piuttosto tranquilla della classifica e che gioca sempre un buon calcio.

Per l’occasione mister Stefano Pioli, con Ibra, Kalulu e Messias ancora out per infortunio, schiera il Milan con il 4-2-3-1 con Maignan tra i pali, Calabria, Thiaw, Tomori e Theo Hernandez nei 4 di difesa e Tonali e Bennacer cerniera di centrocampo. Saelemaekers, Pobega e Rebic nei 3 dietro a Origi unica punta.

Riposo, almeno all’inizio, per Leao, Giroud, Brahim Diaz e Kjaer. Paolo Zanetti, con Vicario out per infortunio e Tonelli fuori per squalifica, opta per il 4-3-2-1 con Perisian tra i pali, Ebuehi, De Winter, Luperto e Parisi in difesa, Fazzini, Marin e Bandinelli a centrocampo, Baldanzi da trequartista dietro a Caputo e Piccoli.

Prima iniziativa interessante del Milan dopo poco più di 60”, con Pobega lungo per Origi, palla poi a Calabria, uno – due con Saelemaekers, e cross che attraversa l’area piccola prima di terminare a lato.

Milan pericolosissimo in due occasioni al 13’. Taglio di Rebic che riceve palla da Saelemaekers e gira di prima verso la porta ma Perisan respinge, l’azione si sviluppa sulla sinistra e Theo Hernandez obbliga il portiere dei toscani alla parata d’istinto. La reazione dell’Empoli al 15’ con una spizzata di Piccoli per Caputo che aggancia male e non riesce a concludere a pochi passi da Maignan.

L’Empoli prende le misure al Milan, la partita si svolge prevalentemente a centrocampo e di tiri in porta nemmeno l’ombra. I rossoneri dopo il 35’ riprendono in mano le redini del gioco, spingono e al 38’ Tonali salta Bandinelli e tira in porta ma Perisan legge bene la traiettoria e blocca senza problemi. Al 44’ lancio di Tomori per Rebic che scatta bene, stoppa altrettanto bene, entra in area ma poi colpisce malissimo mandando alle stelle.

Secondo tempo che inizia con gli stessi 22 in campo nel primo e col Milan in avanti ma senza pungere. Al 5’ azione insistita del diavolo, palla a Pobega che fa partire un bel tiro dal limite trovando però la deviazione fortuita in angolo di un difensore.

Assedio del Milan, il Var interviene tre volte per possibili rigori ma l’arbitro (giustamente) non ne concede nemmeno uno. Al 16’ Pioli opera il primo cambio: fuori Calabria e dentro Florenzi con Theo Hernandez che indossa la fascia di capitano e fuori Bennacer e dentro Brahim Diaz. Cambia anche Zanetti.

Al 19’ fuori Bandinelli e Caputo e dentro Grassi e Cambiaghi. Nel Milan al 25’ entrano tra l’ovazione dei 70000 di San Siro Giroud per Origi e Leao per Rebic. Al 21’ cross di Leao, De Winter colpisce male e la palla arriva a Florenzi che colpisce bene al volo colpendo il palo esterno. Ancora cambi nell’Empoli, che passa al 3-5-1, con Cacace per Marin e Haas per il giovane Baldanzi. Ripartenza del Milan, Leao per Saelemaekers che tira male, il tiro diventa un assist per Giruod che, contrastato da un difensore al momento del tiro, non trova la porta.

Entra anche De Ketelaere per Saelemaekers. Florenzi va via bene dalla destra al 40’, testa di Pobega ma palla alta sopra la traversa. E al 43’ azione tambureggiante del Milan, Giroud di tacco per Diaz, tiro da pochi passi e miracolo di Perisan. Ultimo cambio anche per Zanetti: entra Satriano per Piccoli. 

Il Milan spinge e all’ultimo minuto Giroud mette dentro un cross di Florenzi ma la tocca di braccio e quindi l’arbitro annulla la rete dopo l’intervento del Var. I rossoneri cingono d’assedio l’area dell’Empoli, mischie a go go e batti e ribatti in area ma la “Maginot” dei toscani regge e il match finisce 0-0.