Ai Campionati Europei in Polonia. Gli azzurri di stock fighting portano a casa 42 medaglie

L’Italia protagonista in tutte e cinque le specialità della disciplina ad armi bianche. In bacheca 16 ori, 12 argenti e 14 bronzi

Gli azzurri di stock fighting portano a casa 42 medaglie
Gli azzurri di stock fighting portano a casa 42 medaglie

La nazionale azzurra di stock fighting, ovvero la parte agonistica del Kali filippino che predilige l’uso di armi bianche e mani nude, ha partecipato ai campionati europei in Polonia il 7 e 8 ottobre portando a casa ben 42 medaglie in cinque discipline diverse ovvero full contact, single stick, full contact double stick, knife fighting, padded stick single and double (bastone imbottito).

Nel dettaglio sono state vinte 16 ori, 12 argenti e 14 bronzi oltre ai premi di miglior atleta per ogni categoria. Tra gli atleti azzurri si sono distinti anche due atleti lodigiani della Dragon Academy diretta da Claudio Alfieri, Alessandro Guerrini, classe 1992 di S. Angelo Lodigiano, che ha conquistato due medaglie d’argento e una di bronzo nella categoria 75 kg, e Franco Pellegrini, classe 1975, che ha conquistato un importante argento e un bronzo gareggiando nella categoria degli 85 kg.

Soddisfatto il coach Alfieri per la prestazione dei due ragazzi alla loro prima esperienza europea. Nel team azzurro si conferma pluricampione Daniel Pagnoni con i suoi 4 ori e un bronzo che insieme a Alessio Cammarata, Riccardo Fenaroli, Andi e Gerti Mehmetaj e Valentino Murrani del team Tuveri di Villongo contribuiscono a rimpinguare il bottino azzurro con molte medaglie. "La trasferta in Polonia è stata una bella esperienza – afferma Alfieri – come team Italia abbiamo confermato le grandi capacità tecniche e di footwork e le tante medaglie in campo europeo ne sono la prova. Sono orgoglioso di Franco e Alessandro perché anche se alla prima esperienza a questo livello hanno messo in pratica il lavoro svolto in palestra . Spero che i giovani, e non solo, si avvicinino a questo sport che è completo e spettacolare".

Ora obiettivo sulle prossime tappe italiane. La prima sarà a Cornaredo (Milano) il 12 novembre in occasione dei Mondiali unificati della Wbfc di Franco Scorrano e Alessandro Piavani. Alfieri, responsabile di settore, invita tutte le scuole di Kali filippino a partecipare per contribuire alla crescita di questo sport al quale possono avvicinarsi non solo i giovani perché tiene in allenamento tutto il corpo. S.Mie.