La foto dal drone dopo l'incendio a Sant'Anna
La foto dal drone dopo l'incendio a Sant'Anna

Sondrio, 20 febbario 2019 - Incendio a Sondrio, nella frazione di Sant’Anna. Le fiamme, divampate attorno alle 11 di ieri mattina, hanno distrutto il tetto e la soffitta di un’abitazione e danneggiato lievemente gli stabili adiacenti.

A chiamare i Vigili del fuoco di Sondrio – impegnati nel domare le fiamme e nell’effettuare gli accertamenti del caso fino alle prime ore del pomeriggio – è stato l’uomo residente, insieme alla moglie, nell’ultimo piano dello stabile, al momento posto sotto sequestro per permettere ulteriori accertamenti. Immediato l’intervento dei pompieri che, al loro arrivo, hanno trovato gli abitanti di Sant’Anna impegnati nel contrastare le fiamme, purtroppo ottenendo risultati scarsamente incisivi, con delle canne dell’acqua, solitamente utilizzate per innaffiare gli orti ed i giardini. Ancora da chiarire le cause che hanno portato al divampare delle fiamme ma l’inquilino del sottotetto avrebbe dichiarato di aver spento la stufa, utilizzata per scaldare l’ambiente, prima di uscire di casa, nella serata di lunedì e, una volta rientrato nella propria abitazione, ieri mattina, si è accorto delle fiamme. L’uomo, fortunatamente, ha fatto in tempo a portare lontano dal fuoco le due bombole del gas che teneva in casa, scongiurando così danni che avrebbero potuto essere ben peggiori. Sul posto, oltre ai Vigili del fuoco anche i carabinieri di Sondrio e gli uomini della Polizia locale del capoluogo.

A bruciare ieri anche 200 metri quadri di tetto a Grosotto in Via Statale: nel pomeriggio, probabilmente a causa del malfunzionamento di una canna fumaria il tetto di un’abitazione bifamiliare, divenuta inagibile in seguita all’incidente, è stato avvolto, e completamente divorato dalle fiamme. Tempestivo l’intervento dei Vigili del fuoco di Sondrio, del distaccamento di Tirano e dei volontari di Grosotto che, però, sono solamente riusciti – nonostante i numerosi sforzi profusi – ad evitare che le fiamme dilagassero ulteriormente. E sempre sul fronte della cronaca due incidenti si sono registrati sulle strade della provincia di Sondrio: pochi minuti prima delle 9.00 di ieri mattina a Talamona – in Via Don Cusini - un uomo di 86 anni, probabilmente a causa di un malore, ha impattato, con il proprio veicolo, contro il muro di una casa. Fortunatamente, grazie alla velocità abbastanza contenuta con la quale stava procedendo, l’anziano non ha riportato grossi danni dall’impatto. Più grave, invece, l’incidente tra due auto verificatosi nella serata di lunedì, sulla strada provinciale a Traona, in direzione di Mello. I due veicoli, provenienti dagli opposti sensi di marcia, hanno impattato con un violento frontale a causa della scarsa visibilità nel tratto di strada. Feriti entrambi i conducenti, che sono stati estratti dalle auto dagli uomini dei Vigili del fuoco di Morbegno, sul posto insieme ai volontari della Croce rossa e ai carabinieri della compagnia di Chiavenna.