Sondrio, 12 agosto 2020 - Maltempo in Valtellina: una frana è caduta, questo pomeriggio, nel territorio di Chiareggio, frazione in quota di Chiesa in Valmalenco ( Sondrio) e ha travolto un'automobile con una famiglia a bordo, trascinandola con forza nel greto del torrente sottostante. Lo smottamento è avvenuto per un improvviso e violento temporale nella zona. 

Sono morte 3 persone:  Gianluca Pasqualone, 45 anni, originario di Roma, la moglie Silvia Brocca di 41 anni e una bambina di 10 anni, figlia di un'altra coppia, tutti residenti a Comabbio, nel Varesotto.  Grave il figlio di 5 anni della coppia deceduta, ricoverato all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. ll padre della giovane vittima, un 49enne che viaggiava nell'auto dietro, è finito nel torrente ma è riuscito a riemergere riportando contusioni all'addome ed è stato portato all'ospedale Manzoni di Lecco. 

false

Imponente e ben organizzata la macchina dei soccorsi, con 2 elicotteri sanitari (da Sondrio e Como), 1 automedica (da Sondrio) e 2 ambulanze, mentre un altro elicottero di Bergamo, che operava sul Bernina, ha recuperato l'uomo con trauma toracico. E poi decine di Vigili del fuoco del Comando provinciale di Sondrio con i volontari di Chiesa in Valmalenco e Tresivio a operare sul luogo della tragedia, una volta scattato l'allarme, poco dopo le 17. Sul posto anche diverse pattuglie dei carabinieri anch'esse impegnate nelle operazioni di soccorso, che non sono ancora finite: è al lavoro personale dell'USAR specializzato nella ricerca macerie, per verificare che sotto la frana o nel torrente non ci sia nessun altro.

"In contatto con soccorritori di Areu e della Protezione civile, purtroppo apprendo la disgrazia che è avvenuta nel pomeriggio, una valanga di detriti è piombata a valle all'imbocco dell'abitato di Chiareggio, località turistica in quota di Chiesa in Valmalenco ( Sondrio)", ha scritto sulla sua pagina Facebook il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana. E ha aggiunto: "Invito tutti  a dedicare una preghiera per le vittime, per i loro famigliari distrutti dal dolore e per il bimbo ricoverato".