I colpi si sono registrati in località Castionetto (CdG)
I colpi si sono registrati in località Castionetto (CdG)

Sondrio, 14 gennaio 2019 - Sette furti in abitazione nel cuore della notte, altri due nel tardo pomeriggio del giorno successivo, tutti in una frazione che conta sì e no 600 abitanti, e cresce la paura in Valtellina. Colpita dalla pazzesca serie di colpi in casa la località Castionetto nel territorio comunale di Chiuro, e ora gli abitanti stanno pensando ad organizzare ronde di controllo, ma chiedono anche risposte dalle istituzioni. Partiamo dai fatti. Nella notte tra venerdì e sabato sono stati messi a segno sette furti, esattamente negli stessi istanti e in case della stessa frazione seppur non adiacenti l’una all’altra. Il primo elemento che salta agli occhi, quindi, è la presenza di diversi ladri, quattro o cinque almeno, una banda organizzata che in pochi minuti è riuscita a entrare nelle case.

La certezza sulla contemporaneità dei fatti arriva dalla testimonianza di diversi derubati: c’è chi ha raccontato di aver sentito rumori sospetti e di aver notato che l’orologio segnava le 2.15, chi addirittura è riuscito a vedere il ladro fuggire scavalcando il cancello ed è certo fossero le 2.16. Il secondo elemento emerso subito dalle indagini dei carabinieri della Compagnia di Sondrio, intervenuti sui luoghi di tutti i colpi, il modus operandi utilizzato dai malviventi per entrare in casa, sempre lo stesso: i ladri hanno prima svitato la placchetta della serratura, poi spaccato, probabilmente con un punteruolo, il cilindretto, riuscendo così a introdursi furtivi negli appartamenti.

Una volta lì i malviventi hanno arraffato quello che hanno trovato nelle immediate vicinanze, qualche portafoglio e poco altro, per poi fuggire. E nel tardo pomeriggio di sabato, attorno alle 18, altri due furti, stesso modus operandi, riconducibili con tutta probabilità alla stessa banda. Il bottino non è certo stato ricco, ma gli episodi, ovviamente, hanno scatenato il panico nella comunità.

Per quanto riguarda i colpi notturni, in tutti i casi, fatta eccezione per un furto in una casa di villeggianti, i proprietari erano all’interno e qualcuno, come detto, si è accorto della sgradita visita. Uno dei proprietari è riuscito anche a mettere in fuga il ladro, che è scappato in tutta fretta lasciando a terra il cacciavite usato per scassinare la serratura, ora sequestrato dai carabinieri per i rilievi del caso. «Stavo dormendo, ho sentito un rumore e ho visto un’ombra sulle scale. L’ho visto scappare ma non ho potuto fermarlo o inseguirlo, ero in mutande», ha raccontato uno dei derubati. E ora a Castionetto di Chiuro è grande l’allarme, tanto che gli abitanti stanno pensando di organizzare ronde di controllo serali e notturne per garantirsi una maggiore sicurezza. Ma non solo. «Chiediamo risposte dalle istituzioni, ad esempio l’installazione di un sistema di videosorveglianza in paese. E stiamo pensando di chiedere un incontro con il sindaco di Chiuro e con il Prefetto di Sondrio», dicono i residenti.