Lavare le mani, un gesto importante
Lavare le mani, un gesto importante

Roma - Dal febbraio 2020 anche i più distratti hanno scoperto l'ovvio: lavarsi le mani è un gesto semplice ma essenziale per evitare infezioni e malattie come il Covid19. Non solo in ambiente ospedaliero. Un gesto così importante da meritarsi anche una giornata mondiale apposita, promossa dall'Organizzazione mondiale della sanità, che cade oggi: la Giornata mondiale dell'Igiene delle mani. 

Come si lavano le mani correttamente: le regole d'oro

Lavarsi le mani è un gioco da ragazzi? Mica tanto, per essere sicuri di averle pulite e non solo superficialmente, c'è una sequenza di movimenti ben precisa che, per esempio, è pubblicata anche sul sito del ministero della Salute. La procedura dura dai 40 ai 60 secondi.

- prima di tutto ci si bagna le mani con l'acqua

-poi si applica una quantità sufficiente di sapone a coprire tutte le mani

- si frizionano le mani palmo contro palmo

- il palmo destro sopra il sinistro e viceversa intrecciando le mani

- di nuovo palmo a palmo intrecciando le dita

- dorso delle dita contro il palmo opposto tenendo le dita strette tra loro

- frizionare i pollici uno dopo l'altro

- pulire le punta delle dita sul palmo opposto

- solo ora si posono sciacquare e asciugare con una salvietta monouso

- usare la salvietta anche per chiudere il rubinetto

L'Istituto Dermatologico Italiano

A fare proprio e rilanciare il messaggio sull'importanza di lavarsi le mani è l'Istituto Dermatologico Italiano Irccs, che ha organizzato in occasione di questa giornata, una serie di iniziative volte a sensibilizzare i pazienti. "In Italia si stima che il 5-8% dei pazienti ricoverati in strutture sanitarie possa contrarre un'infezione ospedaliera - ricorda Annarita Panebianco, direttore Sanitario Idi Irccs - e anche se non tutte le infezioni correlate all'assistenza sono prevenibili, si stima che almeno la metà potrebbero essere evitate".

Per l'occasione, verrà allestito all'interno dell'ospedale romano uno stand presidiato da medici ed infermieri che, con l'ausilio di materiale informativo predisposto, illustreranno come, in ambito assistenziale, ma anche nella vita di tutti i giorni, lavarsi le mani correttamente impedisca la trasmissione dei microrganismi responsabili di numerose malattie infettive, dall'influenza e il raffreddore, a quelle più severe come le infezioni batteriche resistenti correlate all'assistenza. Raccomandazioni tanto più necessarie in piena emergenza pandemica. "È di fondamentale importanza - prosegue Panebianco - prestare attenzione nella pratica del lavaggio attento delle mani, a casa, nei luoghi di cura, in comunità, al fine di evitare la trasmissione del Sars-Cov-2e limitare il rischio di co-infezione con altri microrganismi". L'assistenza sanitaria pulita (clean care) è anche una delle sfide da affrontare per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile Agenda 2030.