Attilio Fontana e Roberto Maroni (Ansa)
Attilio Fontana e Roberto Maroni (Ansa)

Milano, 6 marzo 2018 - "Largo ai giovani. Io continuerò a fare politica perché la politica è passione, senza incarichi istituzionali si può fare". A parlare è Roberto Maroni, a margine di un incontro con il leader della Lega Matteo Salvini e il nuovo governatore della Regione Lombardia, Attilio Fontana.  "Farò altro nella vita, ci sono tante cose belle da fare, farò il tifo per Attilio Fontana e se avrà bisogno di consigli glieli darò", ha aggiunto, Lavorerà fra Varese e Milano? "Anche fuori dalla Lombardia e fuori dall'Italia". 

In merito al risultato delle elezioni politiche che ha premiato il Carroccio e visto il crollo del Pd Maroni ha sottolineato: "Renzi è vittima della sua arroganza. Peccato, perché c'è una tradizione di sinistra che non vota o che guarda alla Lega e noi cercheremo di raccogliere quelle forze" deluse dalla sinistra, che non votano. 

Maroni ha poi risposto ironicamente a chi gli ha fatto notare che l'ex presidente della Regione Roberto Formigoni non è stato rieletto: "Non lo sapevo, il Celeste non è stato rieletto? Mi spiace davvero, sono veramente rattristato. No, io sono convinto come altri che sia iniziata la terza repubblica. E devo dire che ho fatto la scelta giusta - ha concluso - perché è meglio farsi rimpiangere che farsi compatire, citando Renzi".