Quotidiano Nazionale logo
16 feb 2021

Dai campi al cloud: in Riso Scotti rivoluzione digitale

Le soluzioni introdotte per l'emergenza sanitaria, insieme a Vodafone e Microsoft, proiettate verso la nuova normalità post-Covid

stefano zanette
Economia
featured image
Lo stabilimento di Riso Scotti a Pavia

Pavia, 16 febbraio 2021 - Quel che si dice fare di necessità virtù. E proiettare le soluzioni approntate per affrontare l'emergenza sanitaria della pandemia anche al futuro post-Covid. Riso Scotti sta puntando sempre più sull'innovazione digitale, in collaborazione con Vodafone Business e Microsoft Italia. Il Gruppo, a Pavia da 160 anni e sei generazioni, spiega oggi la scelta di una "consulenza strategica e il supporto di Vodafone Business, insieme alle tecnologie Cloud di Microsoft - si legge nella nota congiunta - per garantire la continuità del proprio business anche durante l'emergenza sanitaria, abilitando lo smart working per oltre 100 impiegati d'ufficio e supportando la comunicazione con gli stabilimenti produttivi in Italia e all'estero".

Trasformazione digitale

Un percorso di trasformazione digitale avviato per l'emergenza sanitaria della pandemia, per tenere il passo non solo con l'innovazione ma anche con i ritmi della produzione che non ha mai rallentato. "L'adozione delle soluzioni digitali individuate da Vodafone Business - spiega ancora la nota congiunta - ha permesso di innovare alcuni processi e attività che tradizionalmente venivano condotti di persona, con importanti benefici in termini di tempo, costi e impatto ambientale, in linea con il forte impegno alla sostenibilità che accomuna Riso Scotti, impegnata in un percorso virtuoso di economia circolare a zero sprechi, Vodafone, la cui rete è alimentaa al 100% da fonti rinnovabili e che ha anticipato gli obiettivi di zero emissioni proprie di gas a effetto serra al 2025, e Microsoft, con il suo impegno a diventare carbon negative antro il 2030".

Un occhio al dopo-Covid

Ma le prospettive proseguiranno anche quando sarà finita l'emergenza sanitaria, "Abbiamo sperimentato nuove possibilità di interazione e collaborazione che continueremo a utilizzare anche al termine dell'emerenza sanitaria - conferma Piero Carbonera, responsabile Sistemi informativi di Riso Scotti - a supporto di uno smart working 4.0 come soluzione più efficiente, produttiva ed equilibrata per il futuro: una formula che integra formazione e organizzazione delle risorse umane a consulenza giuslavoristica specialistica e tecnologia adatta ad infrastrutture distribuite e complesse". E facendo anche tesoro di come si sono mantenuti i rappori commerciali negli oltre 80 Paesi nei quali esporta Riso Scotti, nonostante le limitazioni di viaggi e trasferte. "E' difficile fare previsioni in questo momento particolare - prosegue Piero Carbonera - ma mi aspetto che, nella nuova normalità, grazie alla trasformazione digitale avviata saremo in grado di dimezzare le nostre trasferte in Italia e all'estero, raccontando in digitale la bontà, la genuinità e la salubrità del riso Made-in-Italy". 

Vodafone in campo

"Il progetto avviato con Riso Scotti - aggiunge Raffaele Gricinella, Head of SOHO and SME Marketing di Vodafone Business - consolida la nostra relazione strategica e dimostra come aziende leader nei rispettivi campi possano unire le forze per migliorare l'esperienza per i clieni e contribuire alla diffusione dei servizi digitali, abbattendo barriere di costi e complessità". "Siamo orgogliosi - conslude Luba Manolova, direttore della Divisione Microsoft 365 di Microsoft Italia - di aver aiutato, con le nostre ecnologie, una realtà storica del Made-in-Italy come Riso Scotti a restare al fianco dei consumatori anche durante il lockdown, quando i prodotti agroalimentari hanno giocato un ruolo ancora più centrale sulle nostre tavole e nelle nostre case. La pandemia ha confermato l'importanza della digitalizzazione, in particolar modo del Cloud Computing e dell'Intelligenza Artificiale, a supporto della continuità del business e della competitività delle aziende. Un insegnamento che le nostre imprese sapranno sicuramente capitalizzare negli anni a venire per realizzare importanti progetti di innovazione che faranno leva sulla flessibilità, sulla scalabilità e sulla sicurezza garantite dalle nuove tecnologie per migliorare processi e servizi a supporto della propria crescita e dello sviluppo economico dell'intero Paese".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?