San Martino Siccomario, al via i lavori per la nuova rotonda
San Martino Siccomario, al via i lavori per la nuova rotonda

San Martino Siccomario (Pavia), 17 aprile 2019 - Ancora pochi giorni e poi partirà il cantiere per la realizzazione della nuova rotonda di via Piemonte, sulla ex strada statale 35 che nel territorio di San Martino Siccomario prende il nome di via Turati e l’uscita dalla tangenziale. Il progetto, predisposto dal Comune confinante con Pavia sulla base di una convenzione sottoscritta con l’amministrazione provinciale, è stato illustrato ieri nella sede della Provincia. «L’opera si farà grazie a due circostanze fortunate - ha sottolineato il presidente Vittorio Poma -: il finanziamento arrivato nell’ambito del patto per la Lombardia firmato da Maroni e Renzi e la piena intesa con il Comune di San Martino. L’amministrazione civica con grande senso pratico si è occupata del progetto e delle procedure di gara, quindi consegnerà un’opera che diventerà patrimonio della Provincia».

L’intervento, che vuole mettere in sicurezza uno dei punti critici della viabilità di San Martino dove, soprattutto nei mesi estivi, si verificano diversi incidenti tra motoveicoli e mezzi in uscita dal centro commerciale, partirà all’inizio di maggio e durerà quattro mesi. In questo lasso di tempo, su via Turati, asse importante che ogni giorno viene percorso da 15mila veicoli in entrata e in uscita da Pavia, il transito sarà sempre garantito. «Dei disagi ci saranno - ha anticipato l’architetto Antonio Massaro responsabile dell’ufficio tecnico - e anche delle micro interruzioni per la realizzazione della parte centrale e l’eliminazione dei semafori. Ma cercheremo di limitarli il più possibile». Per la realizzazione dell’opera che sarà illuminata con luci a led la Regione ha destinato 400mila euro. Alla gara hanno partecipato 87 ditte, ne sono rimaste 15 tra le quali è stata estratta un’impresa locale che ha praticato uno ribasso del 23,6%. «La somma risparmiata - ha aggiunto il sindaco di San Martino, Alessandro Zocca - sarà reinvestita nel contorno della rotonda per rendere più sicuro il passaggio pedonale attraverso una banchina che sarà realizzata dopo l’estate».

Uno dei cantieri sarà approntato dove si trovava la concessionaria Canella che oggi è un’area dismessa. «Da quando si è saputo che avremmo realizzato la rotonda - ha aggiunto il sindaco - diversi imprenditori hanno mostrato il loro interesse per la zona. Evidentemente un traffico più fluido, è una garanzia per il mondo economico». E l’anno prossimo la Provincia investirà 700mila euro sulla statale 35, rete d’interesse prioritario.