Pavia, 10 giugno 2018 - Saranno 140 figuranti, 30 sbandieratori e 18 atleti a riportare Pavia al 1431. Si disputa oggi il Palio del Ticino che ricorda lo scontro tra la flotta di Filippo Maria Visconti, Signore di Milano, guidata da Pasino degli Eustachi, pavese e capitano generale del Naviglio Ducale e l’imponente flotta della Serenissima Repubblica di Venezia, comandata da Nicolò Travisano. Un centinaio di navi cariche di soldati quelle della Serenissima che vennero sconfitte e Pasino rientrò trionfale a Pavia. All'epoca non circolavano gli autobus, oggi invece per consentire il passaggio del corteo storico che dal castello visconteo deve raggiungere piazzale Ghinaglia, le linee che transitano in strada Nuova anticiperanno alle 15,30 le deviazioni di percorso in centro.

Gli autobus della linea 3 provenienti dal capolinea “Montebolone” effettueranno il normale percorso fino a piazza Castello quindi proseguiranno per viale Matteotti, viale Cesare Battisti, viale Vittorio Emanuele II per raggiungere Maugeri, Cascina Pelizza e Colombarone. I 6 che arrivano dal Cassinetto andranno in viale Matteotti, corso Manzoni e poi verso la cascina Pelizza. Le vetture della linea 1 provenienti da San Genesio e Montemaino dopo piazza Castello percorreranno viale Cesare Battisti, viale Libertà, transiteranno sul Ponte della Libertà, via Bramante per raggiungere San Martino e Cava Manara. I bus della linea di area 21, invece, da Mezzana Corti, dopo il ponte proseguiranno per viale Libertà da dove riprenderanno il normale percorso verso la stazione.

La manifestazione, cominciata ufficialmente ieri con l’araldo che, passando per le vie del centro ha annunciato l’avvio del palio, alle 10,30 di oggi prevede la cerimonia di benedizione nella basilica di San Michele. Contemporaneamente in piazzale Ghinaglia verranno collocati il campo d’armi e le bancarelle e quindi alle 16,30 partirà il corteo storico. Il clou della gara, però, è previsto alle 18 quando gli atleti delle 6 squadre (Società Canottieri Ticino, il Circolo culturale La Barcela, la Società battellieri Colombo, il Club vogatori pavesi, il Cus Pavia e l’associazione Motonautica) che si sfideranno nelle gare di tiro con l’arco e dei barcé. Alla precedente edizione erano presenti 5.000 persone che hanno fatto il tifo per i loro beniamini. E lo faranno anche quest’anno per spingerli a conquistare il drappo opera dell’artista Alessandra Ferrerio.