I carabinieri nella villetta dell'omicidio
I carabinieri nella villetta dell'omicidio

Pavia, 26 maggio 2019 -  Lei è stata trovata morta in camera da letto, lui s'è sparato nelle campagne. Per i carabinieri è un omicidio-suicidio quello accaduto oggi a Borgarello. L'allarme era stato lanciato nel primo pomeriggio da un parente della donna, 26enne di nazionalità cubana, che dopo aver cercato di contattarla tutta mattina è andato nella villetta bifamiliare in via Leonardo da Vinci a Borgarello, ha scavalcato il cancello ed è entrato in casa da una porta-finestra aperta sul retro.

L'ha trovata a terra vicino al letto, ormai priva di vita. I carabinieri si sono subito messi a cercare l'uomo per il quale la giovane cubana lavorava come colf. E dopo poche ore hanno trovato il suo scooter nelle campagne. Lui, 50enne originario di San Donato Milanese ma residente da un anno e mezzo circa a Borgarello, s'è tolto la vita sparandosi.

false

Al momento non è ancora stato chiarito il rapporto fra i due, che alla luce di quel che è successo non era però solo tra colf e datore di lavoro. Nella villetta i vicini riferiscono frequenti feste con molti sudamericani. Anche ieri sera i vicini di casa riferiscono della consueta grigliata in giardino, seguita da musiche caraibiche. Il delitto potrebbe essere stato commesso nella nottata o di prima mattina. Sul posto non sono ancora conclusi i rilievi dei carabinieri per ricostruire l'accaduto.