Milano-Mortara, la solita storia: per il 19esimo mese consecutivo la linea è sotto l’indice minimo di affidabilità

Il clamoroso primato della tratta lomellina utilizzata ogni giorno da ventimila viaggiatori

La stazione di Vigevano

La stazione di Vigevano

Mortara (Pavia), 18 gennaio 2024 – Un altro record, negativo, mandato in frantumi. Per il 19esimo mese consecutivo la linea ferroviaria Milano-Mortara, la più utilizzata della Lomellina e che sposta ogni giorno almeno ventimila viaggiatori, non ha raggiunto lo standard minimo fissato dalla Regione Lombardia.

A fronte di un indice affidabilità massimo del 5% la linea ha fatto registrate l’8,73%, fatto che darà diritto ai possessori di abbonamenti mensili e annuali di beneficiare del cosiddetto “bonus”, uno sconto del 30% sull’acquisto del mese prossimo. Ma il riscontro, che si riferisce al mese di novembre, per la rete ferroviaria regionale è stato tremendo: sono state ben 26 sulle 42 monitorate, le tratte che non hanno offerto i requisiti minimi di affidabilità.

La linea peggiore in assoluto è stata la Bergamo-Carnate-Milano (14,42%), ma le cose non sono andate bene nemmeno in provincia di Pavia, dove non hanno centrato l’obiettivo anche la Alessandria-Pavia-Milano (5,91%), la Mortara-Novara (5,04%), la Pavia-Torreberetti-Alessandria (8,15%) e la Pavia-Mortara-Vercelli (5,98%)