Disagi in vista per i passeggeri a Pavia
Disagi in vista per i passeggeri a Pavia

Pavia, 10 gennaio 2019 - Turni di lavoro troppo lunghi che vanno a incidere sul servizio di cui usufruiscono i cittadini. E’ questa una delle ragioni per le quali domani sciopera il personale di Autoguidovie. L’astensione di 4 ore è stata proclamata dalle segreterie regionali di Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Faisa-Cisal, Ugl-Fna e potrebbe creare dei disagi dalle 8.30 alle 12.29, mentre saranno garantite le corse dall’inizio del servizio sino alle 8.29 e dalle 12.30 sino a fine servizio.

«Avremmo potuto anche proclamare uno sciopero di otto ore a Pavia - ha detto il segretario generale della Fit-Cisl Gaetano Di Capua - perché viviamo una situazione molto imbarazzante, ma non abbiamo voluto creare troppi problemi a chi si sposta in autobus per andare a scuola o al lavoro». Non è la prima volta, infatti, che il personale di Autoguidovie incrocia le braccia. Anche a metà dicembre aveva scioperato. «La situazione di Autoguidovie non è semplice - ha aggiunto il sindacalista - con il cambio di appalto ha ereditato 5 società con caratteristiche diverse che sta cercando di armonizzare. Come sindacati abbiamo lasciato alcuni mesi di tempo per effettuare questo lavoro, ma non abbiamo visto risultati. Abbiamo dei contratti a termine che non sono stati rinnovati con posti persi, alcuni dipendenti delle precedenti ditte che non sono stati assunti, cerchiamo di venire incontro a questi lavoratori con i nostri legali, ma non sappiamo se ci riusciremo».

Intanto, però, ci sono ragazzi che talvolta non riescono a salire sull’autobus che dovrebbe portarli a scuola e rimangono a piedi e corse extraurbane che effettuano soste troppo lunghe. «Purtroppo non stiamo riscontrando un’apertura da parte dell’azienda» ha concluso Di Capua. Facile quindi ipotizzare che la lotta proseguirà.