MARCO GALVANI
Politica

Elezioni a Monza, il centrodestra ricandida Dario Allevi

Il sindaco scioglie le riserve: "Cinque anni non bastano per cambiare volto a una città che abbiamo ereditato malconcia".

Il sindaco Dario Allevi

Il sindaco Dario Allevi

Monza – Dario Allevi si ricandida a sindaco di Monza. In questi minuti il primo cittadino del capoluogo della Brianza ha sciolto le riserve dopo aver trascorso la pausa natalizia a “lavorare su me stesso” e a “incontrare alcuni amici con cui stiamo amministrando la città dal 2017”. Una decisione presa negli ultimi giorni con il sostegno dell’attuale maggioranza di centrodestra (Forza Italia, Fratelli d’Italia e Lega) e della lista civica “Noi con Dario Allevi” che “sicuramente ci sarà”. Ma “magari nasceranno nuovi soggetti con nuove idee” e comunque “invito i cittadini alla partecipazione al nostro fianco nella prossima tornata elettorale” tra fine maggio e inizio giugno. Perché “5 anni non bastano per cambiare il volto di una città, a maggior ragione quando la metà del mandato è stata pesantemente condizionata dall’emergenza Covid”. Obiettivo degli eventuali prossimi 5 anni – con cui “vorremmo sfatare il tabù di Monza dove un sindaco non ha mai avuto due mandati - sarà valorizzare ulteriormente le eccellenze di Monza e avviare e mandare in porto grandi progetti, a cominciare dalla metropolitana (il cui nuovo cronoprogramma vede, come fine lavori, il 2029-2030). Nell’altra metà campo politica, invece, ancora nessun candidato ufficiale per il centrosinistra. A parte la decisione del consigliere comunale Paolo Piffer della lista Civicamente di provare, per la terza volta, a governare la città.