Un’arena alla francese. Chiude la passerella. Parte l’ultima fase dei lavori

Il giardino disegnato dal paesaggista Desvigne

Un’arena alla francese. Chiude la passerella. Parte l’ultima fase dei lavori
Un’arena alla francese. Chiude la passerella. Parte l’ultima fase dei lavori

Al via l’ultima fase dei lavori di Piazza Gio.I.A, suddivisi a lotti per permettere l’accesso in sicurezza alle aule, alla mensa scolastica, alla palestra polifunzionale e al teatro, nonché per mantenere un comodo accesso pedonale al municipio anche a chi arriva da via Biondi. Da venerdì il passaggio pedonale di collegamento tra il parcheggio e la via Giussani è chiuso e rimarrà tale sino alla fine dei lavori. Pertanto l’accesso potrà avvenire esclusivamente da via Biondi, passando per il percorso che costeggia l’ingresso del teatro e del municipio.

Il progetto era stato presentato alla fine del 2021 da uno dei più noti paesaggisti di fama internazionale Michel Desvigne, il cui studio di pianificazione urbana Mdp Michel Desvigne Paysagiste di Parigi aveva ottenuto un incarico dall’amministrazione comunale per disegnare il nuovo volto del centro storico della città, che nelle intenzioni del progetto diventerà un giardino delle connessioni, frutto di un percorso partecipato, che ha coinvolto anche il Politecnico di Milano. Obiettivo rigenerare non solo il cuore storico di Nova Milanese, ma via via allargarsi al resto della città in un’ottica di estensione e connessione degli spazi urbani. La scelta dello studio è stata dettata dalla riconosciuta sensibilità nell’uso del verde come elemento del paesaggio. L’idea dell’architetto parigino è quella di realizzare una piazza con vialetti, luci a terra e prato in un contesto simile a un campus universitario, con una spesa superiore al milione e mezzo di euro. Il progetto è fondato sulla totale pedonalizzazione dell’area e sulla valorizzazione e il potenziamento del verde.

Veronica Todaro