Scontro sulla cultura. L’affondo dell’ex:: "Avete spento la città"

Massimiliano Longo, assessore nella vecchia Giunta, attacca Bettin. Troppo caro il biglietto di Trame di luce, tagliati Kernel festival e acquerellisti.

Scontro sulla cultura. L’affondo dell’ex:: "Avete spento la città"
Scontro sulla cultura. L’affondo dell’ex:: "Avete spento la città"

Polemica in consiglio comunale fra i due ultimi assessori alla Cultura: l’ex Massimiliano Longo, ora consigliere di Forza Italia, e l’attuale, Arianna Bettin. L’ex assessore ha mosso una forte critica alla Giunta a partire dall’evento Trame di luce al Parco, considerando "un’incoerenza da parte dell’assessora Bettin proporre uno spettacolo dal 18 novembre al 7 gennaio ai Giardini della Villa, e aver invece cancellato 20 minuti di fuochi d’artificio per la festa di San Giovanni", e denunciando i 28 euro di biglietto individuale, e 50 per famiglie, come "prezzi esorbitanti e non alla portata di tutti". Poi l’accusa: "Avete spento la città, spegnendo totalmente gli appuntamenti internazionali". Uno in particolare: "Un grande peccato aver sospeso Monza in acquerello, rassegna per cui venivano da tutto il mondo. Gli hotel di Monza si riempivano in quei giorni e per i suoi workshop in Sala Maddalena partecipavano 100 persone ogni ora. Ora si fa a Roma".

"L’altro grande evento – continua – è il Kernel festival, rimodulato rispetto a prima per coinvolgere il Liceo Nanni Valentini, cosa apprezzabile, ma perdendo i richiami a livello internazionale, cosa di cui anche i commercianti si sono accorti". Infine la stoccata: "Gli spazi museali tra di loro non sono collegati, spesso la Galleria civica è chiusa, e il teatro Manzoni da due anni non ha lo spettacolo di fine anno e ha quasi annullato i concerti. Anche la Monza music week si è molto ridimensionata. Il pallino sembra essere spesso delle associazioni culturali, e poco dell’assessorato". Perentoria la risposta dell’assessora Bettin fuori dall’aula: "Il raffronto tra fuochi d’artificio e Trame di Luce è irricevibile, l’impatto sull’ambiente di quest’ultimo è completamente diverso e inferiore. In generale Longo accusa la Giunta di aver cancellato le poche iniziative del suo mandato, dimenticandosi tutto il resto. Erano anche delle buone iniziative, ma con criticità organizzative. Le risorse sono scarse, occorre fare scelte difficili e investire sui progetti più solidi".

"La verità – continua Bettin – è che in un anno e mezzo sono nate molte nuove iniziative: il Monza Live Sound Festival, dedicato alle band emergenti, il ciclo di conferenze UmanaMente e Monza Music Meetings, in collaborazione con Accademia Chigiana, l’ingresso nel Festival delle Geografie di Villasanta, le progettualità sul Festival del Parco. Sottolineo poi il bando Pnrr vinto per l’accessibilità nei Musei Civici, e la collaborazione del Comune alle mostre in Villa Reale. Sono orgogliosa di aver aumentato ben due volte in due anni i fondi per le associazioni culturali inducendo un tavolo periodico con loro, e di guardare ai giovani, aspetto che Longo non nota perché forse non se ne interessa molto".