Scaricano rifiuti abusivamente, incastrati da scontrini e fototrappola. Denunciato titolare di un’azienda: rischia l’arresto

Monza, smascherati e multati tre pirati dei rifiuti anche grazie alle fotocamere installate in via Cantalupo

I rifiuti gettati abusivamente in strada
I rifiuti gettati abusivamente in strada

Smascherati e multati tre pirati dei rifiuti. Il 1° gennaio la fototrappola installata in via Cantalupo ha ripreso due persone che hanno abbandonato tre sacchi contenenti soprattutto abiti. All’interno gli agenti della polizia locale hanno trovato anche lo scontrino di un negozio di abbigliamento attraverso il quale sono riusciti a risalire ai trasgressori.

Il giorno seguente in via Giovanni dalle Bande Nere, sempre grazie ad alcuni documenti ritrovati all’interno di sacchi abbandonati è stato possibile risalire agli autori dell’illecito. Il 3 gennaio, infine, in via padre Annibale Maria di Francia è stato accertato l’abbandono di rifiuti da parte di una ditta di Lissone che effettua lavorazioni elettriche ed edili. L’accertamento è stato possibile grazie al ritrovamento tra i rifiuti abbandonati - materiale elettrico, macerie, profili e una caldaia - di due scontrini che hanno permesso di risalire alla ditta a cui appartenevano i rifiuti.

Il titolare dell’azienda è stato denunciato e rischia la pena dell’arresto da uno a tre mesi o una ammenda da 2.600 a 26mila euro, per gestione illecita di rifiuti. "Il costante lavoro di controllo da parte degli agenti – il commento dell’assessore alla polizia locale Ambrogio Moccia – è volto a difendere la legalità, ma anche il decoro e la vivibilità di Monza. L’impegno dell’Amministrazione contro l’abbandono dei rifiuti proseguirà, assicurando il maggior rispetto possibile delle norme sia da parte dei cittadini sia da parte delle imprese".