Quotidiano Nazionale logo
26 feb 2022

"No alla repressione Serve educazione..."

Il comune individua baby vandali e si metteb in contatto con le famiglie "per aiutarli a risalire la china insieme"

barbara calderola
Cronaca
Il sindaco Sironi vuole aprire un dialogo con i ragazzi e le loro famiglie
Il sindaco Sironi vuole aprire un dialogo con i ragazzi e le loro famiglie
Il sindaco Sironi vuole aprire un dialogo con i ragazzi e le loro famiglie

di Barbara Calderola Ragazzi afferrano gli estintori e spaccano la palestra. Oppure, i giochi al parco Manzoni di Omate. Grazie alle immagini delle telecamere il Comune riesce a salire alla loro identità: non solo per punirli, "ma per aiutarli a risalire la china a fianco delle famiglie". Contattati, i genitori, prima increduli, poi consapevoli, si sono messi a disposizione. Protagonisti della storia, una decina di studenti delle medie "è il conto salatissimo della pandemia – dice il sindaco-professore – e loro rischiano di essere i soli a pagarlo". Per Simone Sironi gli ultimi episodi di vandalismo in città "sono lontani dai fatti di Milano e dalla baby-gang, ma rappresentano senza dubbio la spia di un malessere che c’è anche qui e che non possiamo ignorare. Ecco perché abbiamo deciso di avviare un percorso condiviso con gli adulti". E’ il cuore del "modello Agrate", la formula che il Comune ha scelto per combattere gli effetti deleteri del lockdown e della didattica a distanza. La filosofia è presto detta: "Marchiare non serve, dobbiamo recuperare", ripete il primo cittadino convinto che il cambiamento negli stili di vita abbia inciso pesantemente sui comportamenti degli adolescenti: "La fascia più in crisi da noi". Una visione che ha aperto una breccia nel cuore di mamme e papà alle prese con mille difficoltà fra smart-working e conflitti esplosi fra le mura domestiche con la crisi sanitaria. Ansie, fobie, disturbi alimentarie e del sonno nel long Covid dei minori, e questo è l’aspetto privato, intimo, "poi c’è quello ‘sociale’ legato al gruppo e alla rabbia ed è anche su questo che vogliamo lavorare. Credo che tutti dobbiamo farci carico di questa situazione senza puntare l’indice. La repressione da sola non basta – dice il sindaco -. Serve educazione e tutti dobbiamo contribuire". Due fenomeni legati, sui quali gli ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?