L’avversario cade e gli ultras ammutoliscono

Durante la partita Monza-Sassuolo, un tifoso avversario è caduto dalla ringhiera. Gli ultras del Monza hanno sospeso i cori e rispettato il silenzio per soccorrerlo. Il tifoso è stato portato in ospedale ma si è salvato. I tifosi del Monza hanno ottenuto l'apertura degli allenamenti al pubblico.

Crippa

Domenica pomeriggio scorso. U-Power Stadium. Si gioca Monza-Sassuolo, le due squadre di calcio avevano finora incrociato i garretti soprattutto nelle serie minori. Non ci sono particolari ruggini.

Minuto 60, più o meno.

L’arbitro fischia per interrompere il gioco. I tifosi del Monza, che stanno cantando quasi incessantemente dal primo minuto, ammutoliscono.

C’è un tifoso della squadra avversaria che sta male. Non si sa bene cosa sia accaduto, poi radio curva viene a saperlo: un ragazzo di 23 anni è caduto da un’altezza di 3 metri. Era sulla ringhiera della curva nord. Negli stadi, ci sono sempre tifosi che trascorrono in quella scomoda posizione gran parte della partita. Scomoda. Ma per un ultrà almeno, a suo modo esaltante. A guidare i cori, ad esempio. A scandire il comportamento di una curva. Come un direttore d’orchestra. Beh, domenica è accaduto qualcosa che può stupire. I tifosi avversari sono per lo più visti come nemici, ci si becca, ci si scambiano cori e contumelie. È il mestiere degli ultras, piaccia o meno.

Ma esiste anche una logica ultras, forse più difficile da comprendere per chi non ha mai bazzicato una curva. E si chiama rispetto per chi, dalla parte opposta, ha fatto una scelta di vita simile, con trasferte, fatiche, spese, anche scontri alle volte. È accaduto così che, dopo la sospensione decretata dall’arbitro, gli ultras del Monza hanno sospeso tutti i cori, e hanno rispettato in religioso silenzio, per tutto il tempo necessario a soccorrere quel tifoso avversario che se la stava vedendo brutta. Per la cronaca, è stato trasportato all’ospedale San Gerardo di Monza, ma per fortuna se l’è cavata. Escoriazione

alla testa e contusione all’anca.

Prognosi di 25 giorni.

Intanto i tifosi del Monza hanno vinto: avevano chiesto un atteggiamento più aperto ai tifosi da parte di club e giocatori. E l’altro giorno la società ha aperto le porte degli allenamenti ai sostenitori. Che hanno risposto bruciando in un batter d’occhio tutti i posti.