Il parco di via Piave. Col cambio di proprietà il verde raddoppia

Il sindaco presenta il piano di rimboschimento

Il parco di via Piave. Col cambio di proprietà il verde raddoppia

Il parco di via Piave. Col cambio di proprietà il verde raddoppia

È pronto il programma per la gestione delle alberature all’interno del futuro parco di via Piave. Il passaggio da proprietà privata ad area pubblica ha portato ad un’analisi dello stato della vegetazione presente nel giardino, del suo stato di salute e della sicurezza dello stesso.

"La verifica ha portato all’abbattimento di parte della vegetazione, principalmente per motivi di sicurezza – spiega il sindaco Samuele Consonni –. La dotazione arborea era di circa 25 alberi e di essi ne sono stati tagliati 15, di cui 7 ad alto fusto (alcuni di questi già secchi, altri intaccati da funghi). Nel nuovo parco saranno presenti 10 piante “vecchie“ mantenute dal preesistente giardino: 2 cipressi, 3 ciliegi, 3 prunus, un noce e un nocciolo". Verranno poi piantate 11 piante ad alto fusto che raggiungono oltre i 20 metri di altezza (5 platani e 6 tigli), 28 piante di medie dimensioni che arrivano a 10 metri di altezza (7 sorbus, 14 pyrus, 7 malus) e 8 piante di piccole dimensioni (6 amelanchier, 2 glicini). In conclusione, il parco passerà dai precedenti 25 alberi totali (compresi anche alberelli stentati) a circa 50 piante a medio alto fusto a cui vanno aggiunti 6 alberi più contenuti, raddoppiando abbondantemente il patrimonio arboreo del parco. Un investimento di 300mila euro per realizzare un’area verde. Conclude Consonni: "L’area ha una superficie di 4mila metri quadrati e verrà irrorata con acqua piovana che, convogliata da tutta la piazza mercato, sarà raccolta in una vasca sotterranea. Per alcuni interventi nei giardinetti bisognerà aspettare l’autunno. Il parco sarà accessibile dalla prossima primavera".

Son.Ron.