Il parcheggio più atteso. Basta con l’acquitrino. Posti auto, ciclabile e un boschetto urbano

Svolta da 710mila euro tra le vie Rota e Santa Caterina: lavori in primavera

Il parcheggio più atteso. Basta con l’acquitrino. Posti auto, ciclabile e un boschetto urbano
Il parcheggio più atteso. Basta con l’acquitrino. Posti auto, ciclabile e un boschetto urbano

Un sogno che si avvera per gli orenesi anche se con anni di ritardo: il Comune ha dato il via libera al nuovo parcheggio in via Rota angolo Santa Caterina, una vera svolta per il borgo-gioiello di Vimercate. Investimento da 710mila euro per mettere fine all’incuria ai piedi del centro, di fronte all’oratorio don Giovanni Bosco, all’inizio di via Madonna, ora pantano appena piovono due gocce d’acqua, presto, restyling all’altezza del luogo. Prossimo passo, la gara, in primavera i lavori che dureranno sei mesi, poi le scarpe inzaccherate e il caos alla ricerca di un posto saranno solo un brutto ricordo. A settembre, la giunta Cereda aveva approvato il piano di fattibilità tecnica ed economica dell’opera, ora il progetto definitivo e la macchina per vederlo realizzato si è messa in moto. In arrivo la nuova pavimentazione "ridisegnando l’innesto su via Rota e collegando l’uscita del parcheggio verso Nord con la viabilità esistente", una vietta che porta al cimitero e al convento di San Francesco, l’altro asse è il budello centrale che attraversa il paesino. In questo modo sarà realizzato un anello su via Santa Caterina. I nuovi stalli di sosta saranno 71 a lisca di pesce su entrambi i lati, oltre a due posti riservati ai disabili e altri due per la ricarica delle auto elettriche. "L’area sarà priva di barriere architettoniche", sottolinea il Comune.

Riqualificazione in vista anche per il verde "con l’inserimento di nuovi alberi, tigli per l’esattezza, e panchine e il completo rifacimento dell’illuminazione e una nuova ciclabile tra il silos all’aperto e le strade che lo lambiscono". La direzione lavori è stata affidata all’architetto Adriano Colleoni. Con questa valvola di sfogo si prova a rimediare alla cronica manca di posti auto di cui soffre Oreno, nonostante l’altro parcheggio sotto piazza San Michele. Ruspe e operai tornano nella frazione dopo le polemiche che nel 2021 scatenò il restyling proprio di via Rota, l’antico viale delle Rimembranze, con l’intervento della Soprintendenza che chiese all’Amministrazione di correggere il tiro allineandosi alla storia del luogo.