Monza, 29 agosto 2018 - Sale la febbre del Gran Premio d'Italia 2018. In vista della gara di domenica 2 settembre, all'Autodromo di Monza, la Formula 1 sbarca in Darsena a Milano. Il circus sarà protagonista nel cuore della città con il 'Formula1 Milan Festival', quattro giorni di eventi, musica e spettacoli che animeranno l'area dei Navigli. Ellie Norman, direttrice Marketing & Comunicazione Formula 1, presentando l'iniziativa, ha spiegato che "abbiamo portato il 'F1 Fan Festival' nel cuore di Milano, una città incredibile, il cui dna è fatto di sport. Parte del nostro focus è stato di riportare i tifosi al cuore dello sport e una delle nostre iniziative principali è quella di portare i Fan Festival in città strategiche e importanti, per far arrivare la Formula 1 fra i suoi fan".

Il circuito in DarsenaL'evento, organizzato con il patrocinio del Comune di Milano, la collaborazione di Aci e la produzione artistica e creativa di Balich Worldwide Shows, si svolge da oggi fino a sabato 1 settembre. La manifestazione è accessibile gratuitamente e propone un mix di eventi, musica, installazioni e laser show che accenderanno la Darsena dal giorno fino alla sera. Al centro delle attività del festival c'è il F1 Park, che ospita una corsa dimostrativa attraverso un circuito cittadino a fianco alla Darsena. Il circuito, anche se molto più corto degli originali, sembra "vero". Una sorta di "anello" lungo l'intera via Gabriele D'Annunzio, con curve in piazzale Cantore e in piazza XXIV Maggio. Sull'asfalto, sistemato per l'occasione, i veri piloti del circo dei 300 all'ora: su tutti i due idoli di casa, Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen con le loro Ferrari. Quelle "vere", anche in questo caso. Modello 2018.

Numerosissimi i milanesi e i turisti che dalle prime ore del pomeriggio, l'apertura della kermesse era fissata per le 15 in Darsena e alle 15.30 in piazza XXIV Maggio, hanno iniziato ad arrivare sui Navigli e in Darsena. Prima del momento clou, c'è stata una sfilata di auto classiche. Poi, ecco i due piloti a far vivere l'entusiasmo della Formula 1 e ad accendere l'emozione moltiplicata dal recente trionfo del tedesco in Belgio. "Sono tedesco, questo lo so, e si sente anche dal mio accento, pero' mi piace molto guidare la Ferrari: questo weekend in Italia da' tante emozioni anche a un tedesco come me - racconta Vettel, in italiano, dal palco -. Speriamo sia una bella gara anche per Kimi, che a Spa e' stato anche sfortunato. Con questa Ferrari possiamo vincere". Ed eccolo Raikkonen, piu' loquace del solito: "E' la nostra gara di casa, avremo tantissimo sostegno da parte dei tifosi, speriamo di regalare loro un grande risultato. Spingeremo al massimo per fare bene in questo weekend e spero ci sia un risultato diverso per me rispetto a Spa. Siamo andati forte un po' ovunque quest'anno".

Prima dei giri nel circuito cittadino organizzato per l'occasione, che hanno visto come protagonisti anche i piloti Sauber Charles Leclerc (applauditissimo) e Marcus Ericsson, oltre a quelli della Toro Rosso, Pierre Gasly e Brendon Hartley, parola anche a Maurizio Arrivabene. Il team principal non ha nascosto "la grande responsabilita'" per la scuderia di Maranello in vista dell'appuntamento di Monza, ma al contempo ha arringato la folla sottolineando che "bisogna mettere pressione a quelli che hanno la macchina della stessa marca della safety car (la Mercedes, ndr)". "Noi gli anni scorsi stavamo zitti, testa bassa, prendevamo cazzotti a destra e sinistra, ma ci rialzavamo sempre. Noi siamo abituati, loro no. Il discorso che ho fatto ai ragazzi - ha rivelato - e' semplice, teniamoli sotto pressione, perche' se li raggiungiamo siamo noi quelli cattivi, siamo noi che le abbiamo prese e sai quanto fa male, ora e' il momento di darle", le parole di Arrivabene, secondo cui con il pubblico "il nostro dodicesimo uomo in campo, i nostri italiani, ci sentiremo piu' protetti e piu' aiutati".

Vettel nel circuito dopo l'incidneteDurante l'esibizione, c'è stato un imprevisto per Sebastian Vettel, che ha danneggiato il musetto della sua Ferrari, andando lungo nell'ultima curva del giro davanti a migliaia di tifosi, a bordo della stessa monoposto che sta utilizzando per il Mondiale. Dopo il piccolo incidente, la Ferrari è stata subito trasportata dai meccanici nel box allestito alla partenza del circuito di 1.4 chilometri realizzato lungo la Darsena di Milano. E il pilota tedesco ha deciso di uscire subito per un altro giro, così è stato rapidamente sostituito l'alettone anteriore danneggiato. Vettel ha concluso la sua esibizione facendo fumare le ruote con una serie di burnout per la gioia dei tifosi. Poi ha salutato il pubblico, entrando ai box sorridendo con i meccanici (FOTO). 

Numerose anche le iniziative collaterali, che si terranno a Monza dove dal 30 agosto al 2 settembre in centro città c'è la kermesse "Monza Fuori GP", poi a Milano con l'evento gratuito che inizia mercoledì del "Formula 1 Milan Festival" con la presenza delle scuderie Ferrari e Alfa Romeo Sauber alla Darsena, un'esibizione delle monoposto  e l'esposizione di vetture d'epoca che si sposteranno in piazza Lombardia. Ma da quest'anno il Gran Premio di Monza si allarga oltre i confini lombardi e sarà anche in Veneto, a Venezia, dove ci sarà una Ferrari di Formula 1 che arriverà dal Canal Grande al Casinò in occasione della Mostra del Cinema e sarà allestito anche un grande schermo che trasmetterà in diretta la gara di domenica. E poi si continua, l'arrivo del Gp il prossimo anno a Torino, la Città dell'auto e poi, se sarà rinnovato il contratto, nel 2020 la tappa sarà in Emilia,  nella Motor Valley italiana.