BARBARA APICELLA
Cronaca

Emergenza abbandoni. Un portachiavi speciale “firmato“ dai volontari: "Ci vediamo a casa"

L’iniziativa educativa del rifugio di via San Damiano insieme con Arcaplanet. In programma anche un banchetto informativo nel centro di Monza. "Gli animali accalappiati o ceduti sono in aumento, serve un messaggio chiaro".

Emergenza abbandoni. Un portachiavi speciale “firmato“ dai volontari: "Ci vediamo a casa"

Emergenza abbandoni. Un portachiavi speciale “firmato“ dai volontari: "Ci vediamo a casa"

Le vacanze si avvicinano. C’è chi sta già preparando le valige e chi invece è ancora alla ricerca della destinazione. La cosa importante è che, qualsiasi meta verrà scelta, si pensi anche alle ferie degli amici a quattro zampe. La soluzione migliore sarebbe quella di portarli in vacanza con noi, ma per chi proprio non può è necessario trovare una sistemazione da persone fidate o strutture ad hoc. Questo il messaggio che in questi giorni l’Enpa di Monza sta inviando e nel frattempo organizza una giornata in piazza contro l’abbandono e con il lancio dello slogan “Se abbandoni un animale, il problema sei tu“. Ricordando soprattutto che abbandonare un animale è un reato punito con l’arresto fino ad un anno o con l’ammenda da mille a 10mila euro. Una giornata per sensibilizzare le persone sul triste fenomeno dell’abbandono degli animali che, purtroppo, anche alla vigilia delle vacanze estive colpisce la Brianza. L’appuntamento è per il 29 giugno con un banchetto informativo in via Italia che proseguirà per tutta la giornata. Secondo i dati diffusi da Enpa nazionale, il 2023 è un anno negativo da record: sono stati, infatti, ceduti o abbandonati più di 127 animali ogni 24 ore, con un aumento del 20% rispetto alle due estati precedenti. Soltanto nel mese di luglio i volontari dell’Ente nazionale protezione animali hanno recuperato 2.354 cani.

"L’abbandono di un animale è sempre una sconfitta per la società, il sintomo che c’è qualcosa di sbagliato in chi adotta un pet e poi non si fa scrupolo di abbandonarlo al suo destino – fanno sapere dal rifugio di via San Damiano –. C’è chi lo lascia per strada o legato a un palo, chi in aperta campagna e chi invece lo porta direttamente in un rifugio, come se questo non fosse vissuto dall’animale come un abbandono. Le cessioni al canile o al gattile, ormai, sono diventate l’altra faccia dell’abbandono “classico“, le richieste di cessione al canile sono in costante aumento e con i motivi più svariati: un trasferimento all’estero, una separazione, problemi economici, difficoltà nella gestione (molti cani ceduti al canile di Monza sono pitbull, amstaff o loro incroci)". L’Enpa di Monza ha anche realizzato e distribuirà (dietro una piccola offerta) anche un portachiavi speciale per chi non abbandona realizzato da Arcaplanet, con il messaggio inciso “Ci vediamo a casa“, a sottolineare l’importanza di un’adozione consapevole e responsabile quale miglior mezzo per contrastare il fenomeno del randagismo.