Monza, 12 maggio 2016 - Un social network su cui scambiarsi opinioni e foto, chiedere consigli agli esperti e individuare i negozi «amici». Una vera e propria rivoluzione per tutti coloro che hanno scelto di condividere la propria vita con un amico a quattro zampe. L'innovativo sito si chiama «Dogalize» e oggi conta ben 350mila utenti, il 70% dei quali vive in Italia (il restante nei Paesi dell’America Latina). Con pochi click è possibile sia chattare con nuovi amici che contattare in ogni momento della giornata uno dei veterinari registrati alla pagina web. Non solo. Grazie alla geolocalizzazione si può anche vedere in quali attività commerciali si può entrare con il proprio cane. «I negozianti che si iscrivono come partner di Dogalize possono in poco tempo veder aumentare clienti e contatti grazie alla visibilità che noi garantiamo – spiega Sara Colnago, una delle ideatrici del sito -. Saranno visibili su una mappa ricca di indirizzi e numeri di telefono. Offriamo un servizio agli imprenditori e a chi ha delle necessità ma non sa dove recarsi per soddisfarle».

Un’idea vincente nata dall’amore per gli animali dei suoi inventori. «Abbiamo investito molto in questo progetto – racconta -. Le registrazioni alla community sono subito andate alle stelle. Il cane è una passione di molti. Noi abbiamo unito tutti gli esperti del settore, i commercianti amici e i padroni. Lo scopo è quello di offrire una vetrina virtuale a chi ha un’attività e una vita più facile a coloro che possiedono un cane. In ogni momento e luogo è possibile sapere dove si può bere un caffè con Fido, quale veterinario può essere reperibile a pochi metri di distanza e persino in quale albergo dormire con l’amico a quattro zampe». Più che apprezzato il portale, e non solo dagli iscritti. «Abbiamo già ricevuto diversi premi – prosegue l’imprenditrice -. Siamo andati a New York e a Londra per prestigiosi riconoscimenti. Ma la soddisfazione più grande è stata quella italiana. Il premio per l’innovazione ci è stato consegnato dal Presidente della Repubblica». Un occhio verso il futuro quello puntato dagli esperti di siti e applicazioni, ma senza dimenticarsi degli animali. La loro attività si preoccupa anche di donare fondi in beneficenza. «Per ogni nuova iscrizione doniamo un euro a qualche associazione animalista per il sostentamento dei cuccioli – spiega -. Questa operazione ci permette di aiutare anche quei gruppi più piccoli che operano per il bene degli animali».