Monza, 15 maggio 2018 - Al Parco di Monza sì è aperto martedì un autentico giallo faunistico. Nonostante fino a un’ora prima fosse stato visto nuotare tranquillo nel laghetto della Villa Reale, un’ora più tardi è stato trovato senza vita il cigno che vi abita. L’animale è stato trovato alla cascina Bastia, situata ai confini tra i Giardini della Villa e il Parco.

Una fine misteriosa secondo l’Enpa, che nei giorni scorsi aveva trovato morto un allocco, così come resta un mistero perché l’esemplare si sia spinto così lontano dal laghetto. E scatta l’appello: chiunque in quella mattina avesse notato qualcosa di strano può mettersi in contatto, anche in forma anonima, con Enpa di Monza e Brianza.
Il corpo del cigno, sottoposto a una prima analisi da parte dei veterinari in servizio, non presenta ferite riconducibili ad aggressioni da parte di cani o altri animali ed è stato quindi inviato, assieme a quello dell’allocco, all’Istituto Zooprofilattico per ulteriori accertamenti sanitari. L’animale morto era un membro della coppia acquistata nel 2016 dopo la morte di Romeo, l’ultimo cigno rimasto sul laghetto.