Oxana  in passerella
Oxana in passerella

La moda ha un compito fondamentale  comunicare la bellezza, che spesso coincide con diversità. La moda deve parlare e prendere posizione per essere realmente inclusiva e mandare un messaggio forte contro la violenza e i pregiudizi, a partire da quello che si indossa.

Il manifesto 

Parte da questo presupposto la creatività di Elena Pioli, foundere creative director di Sophia Nubes,  che trova la sua massima espressione nel manifesto WEAREAHEAD. Una visione concreta perché il brand ha scelto di collaborare  con Le Pavillon Blanc, l’associazione  a sostegno delle persone albine e disabili, e ha voluto come testimonial Oxana, modella africana albina, giovane portavoce del progetto e da sempre attiva nella lotta contro le disuguaglianze e ogni forma di discriminazione.

Top model albina

“Abbiamo voluto concentrare la nostra attenzione sui progetti portati avanti da questa associazione dedicati alla situazione degli albini, ipovedenti dalla nascita e discriminati per il colore della pelle puntando su chi, come Oxana, ha usato la sua celebrità per sensibilizzare su una situazione poco conosciuta” ha commentato Elena Pioli.  “Il nostro brand è inclusivo nella misura in cui racconta valori diversi nei quali la community si può ritrovare e che può percepire attraverso le nostre collezioni e i messaggi che queste contengono”.

Un impegno nel sociale connaturato al brand  Sophia Nubes che da sempre ha scelto di mettersi in prima linea a sostegno delle minoranze e a favore della ricerca scientifica facendosi portavoce di uno stile che, trascendendo il puro lifestyle e ha una valenza  sociale, culturale e di costume.