MATTIA TODISCO
Inter

Inter, confronto ad Appiano: la dirigenza chiede un cambio di rotta

Prima il colloquio tra dirigenti e tecnico, poi tra allenatore e squadra: serve un'inversione di marcia per centrare la zona Champions

Simone Inzaghi allenatore dell'Inter

Simone Inzaghi allenatore dell'Inter

Milano – La sconfitta di Bologna, settima in questo campionato, ha creato diversi malumori nell'ambiente Inter. Nel giorno della ripresa degli allenamenti, ad Appiano Gentile è andato in scena un doppio confronto. Il primo tra l'allenatore Simone Inzaghi e i dirigenti che si occupano della parte sportiva (Marotta, Ausilio e Baccin).

Successivamente il tecnico ha parlato alla squadra. Nel primo incontro, a Inzaghi è stato chiesto un netto miglioramento nel percorso in Serie A, finora nettamente al di sotto delle attese. La squadra è seconda, a pari punti col Milan, ma paga un ritardo di diciotto punti dal Napoli che a febbraio è inaccettabile, considerata la qualità della rosa dell'Inter.

Dall'altro lato, è ovvio che ad andare in campo sono i giocatori e questi ultimi non hanno risposto secondo le attese. Per questo Inzaghi, nel colloquio coi calciatori, ha chiesto maggiore applicazione, un approccio diverso da quello visto col Bologna. La prossima tappa per l'Inter è quella in casa contro il Lecce, domenica alle 18. Dovrebbero tornare dai rispettivi acciacchi sia Skriniar che Dimarco, mentre Correa sarà ancora tra gli indisponibili.