Nemanja Nedovic, decisiva la sua "sfuriata" da 3 nel secondo tempo
Nemanja Nedovic, decisiva la sua "sfuriata" da 3 nel secondo tempo

Berlino, 29 ottobre 2019 - Una vittoria di quelle che ti convincono che è la strada giusta, perchè l'Olimpia dimostra di saper cambiare faccia nell'arco di una partita senza arrendersi alle difficoltà di un primo tempo mal giocato. 26 punti nel primo tempo, ben 55 nella ripresa per la compagine biancorossa che sbanca Berlino per 78-81 cogliendo la quarta vittoria consecutiva. E si inizia a vedere quello che può essere anche il potenziale offensivo della squadra inserendo anche in Eurolega un Nedovic autore di 4 triple pressochè consecutive a cavallo di terzo e quarto periodo che hanno ribaltato l'andamento del match. Mentre la coppia "latina" Rodriguez-Scola è ormai sempre più una sicurezza visto che mettono insieme 31 punti e 10 rimbalzi formando una "combo" che per esperienza e talento ha davvero preso per mano la squadra.

Milano mostra il piglio giusto solo in partenza scappando via sullo 0-7, ma poi inizia a faticare. L'Alba è una tragedia da sotto canestro (1/7 al 10'), ma è con le triple che si rialza tanto che il parziale diventa 18-17 per i tedeschi. Il canestro diventa davvero piccolo per i biancorossi che segnano un solo canestro in 6 minuti, ma anche i padroni di casa non fanno di molto meglio (23-19 al 16'). Poi è ancora dall'arco che i gialloblu prendono per mano il match, mentre l'AX chiude all'intervallo solo con la miseria di 26 punti (9/31 al tiro). Nel terzo quarto Roll e Scola fanno cambiare il ritmo dell'attacco milanese, così i biancorossi tornano a contatto arrivando fino al 43-42 al 26' con già 16 punti realizzati. Lo stesso Scola firma anche il sorpasso (43-44), ma dura un attimo perchè l'Alba risponde con un 6-0 di break (49-44). La faccia di Milano, però, è diversa, tanto che i meneghini chiudono il quarto con ben 27 punti (rispetto ai 26 dei primi due quarti) con il colpo di Nedovic dall'arco per arrivare sul 50-53 al 30'. Il break si allunga a 0-10 con il serbo davvero scatenato (50-57). La risposta tedesca è affidata all'ex casertano Siva (56-57), ma è ancora il bomber slavo a far scappare l'AX sul 59-67 al 35'. Non basta ancora, Giffey segna a -18" il 73-75, ma è Rodriguez a scacciare la paura con 6 tiri liberi consecutivi che consegnano all'Olimpia il successo.

 

ALBA BERLINO-ARMANI EXCHANGE MILANO 78-81
18-17; 33-26; 50-53
BERLINO: Mason, Siva 20, Giffey 3, Mattiseck 4, Schneider 3, Hermannsson 7, Ogbe 2, Giedratis 18, Thiemann 7, Cavanaugh 3, Nnoko 2, Sikma 9. All. Aito
MILANO: Della Valle 3, Micov 9, Biligha ne, Gudaitis 5, Moraschini, Roll 8, Rodriguez 17, Tarczewski 7, Nedovic 12, Cinciarini 3, White 3, Scola 14. All. Messina
Note: Tiri da 2: AB 9/28, MI 14/32; Tiri da 3: AB 14/37, MI 12/27; Tiri liberi: AB 18/20, MI 17/18; Rimbalzi: AB 32 (Sikma 6), MI 36 (Tarczewski 9); Assist: AB 15 (Hermannsson 5), MI 16 (Rodriguez 4)