Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
15 set 2021
luca talotta
Sport
15 set 2021

Liverpool-Milan, le pagelle: Rebic e Maignan sugli scudi

Deludono Kessie e Bennacer, esordio buono per Pioli in Champions League

15 set 2021
luca talotta
Sport
epa09470503 Ante Rebic of AC Milan celebrates after scoring a goal during the UEFA Champions League group B soccer match between Liverpool FC and AC Milan in Liverpool, Britain, 15 September 2021.  EPA/Peter Powell
Rebic
epa09470503 Ante Rebic of AC Milan celebrates after scoring a goal during the UEFA Champions League group B soccer match between Liverpool FC and AC Milan in Liverpool, Britain, 15 September 2021.  EPA/Peter Powell
Rebic

Le pagelle di Liverpool-Milan , gara valida per la prima giornata del gruppo B di Champions League andata in scena allo stadio di Anfield, in Inghilterra.

MAIGNAN 7. Nel disastroso avvio dei rossoneri si fa notare per bloccare il rigore a Salah e chiudere un paio di sortite offensive degli inglesi. Se Liverpool-Milan rimane una gara interessante è anche merito suo.
CALABRIA 6. Fatica enormemente in avvio di gara, come tutta la linea difensiva. Si riprende lentamente: prima in Champions League da capitano difficile per lui.
KJAER 5,5. Fatica moltissimo in avvio di gara, anche se con esperienza riesce sempre a cavarsela. Peccato per il gol annullato in avvio di ripresa.
TOMORI 6,5. Sfortunato nella deviazione che apre il match, sempre presente quando c’è da chiudere sulle sfuriate avversarie.
THEO HERNANDEZ 5.5. Entra nell’azione del gol del momentaneo 2-1 dei rossoneri, ma in generale fa molta fatica con avversari del calibro di Salah e Origi.
BENNACER 4,5. Non riesce mai ad entrare in partita e, sulla coscienza, ha anche il tocco di mano che fortunatamente non si tramuta in gol perché Maignan para il rigore a Origi. (Dal 70′ Tonali SV)
KESSIE 5. La brutta copia del Presidente ammirato finora al Milan. Serata difficile, doveva essere il suo palcoscenico internazionale ma fallisce.


SAELEMAEKERS 5,5. Corre tanto, spesso a vuoto, ma riesce comunque a dare fastidio. Paga lo scotto dell’esordio e si vede, spesso in affanno. (Dal 62′ Florenzi 5. Si perde Henderson in occasione del gol del 3-2)
BRAHIM DIAZ 6,5. Il Milan ruota sempre attorno a lui e si vede; un gol, tanta corsa e idee non sempre pronte al guizzo. Ma anche per lui era l’esordio.
LEAO 5,5. Ha il pregio di offrire l’assist del pareggio a Rebic, poi si spegne come spesso gli capita anche durante l’anno. E questo non va bene (Dal 62′ Giroud 6).
REBIC 7. Un gol, tanto movimento, l’ultimo ad alzare bandiera bianca. Forse la sua miglior prova in rossonero. (Dall’84’ Maldini SV)
PIOLI 6,5. Una prima spettacolare, al di la del risultato finale del match. Un esordio così, forse, nemmeno lui se lo sognava. Non può che migliorare.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?